Bonus 110, visto di conformità: si allarga la platea dei professionisti

Il collegato fiscale alla legge di bilancio 2022, implicitamente allarga la platea di intermediari per il rilascio del visto di conformità in ambito bonus 110

di , pubblicato il
Visto conformità bonus 110%: tutti i casi in cui non serve

Una nuova categoria di professionisti si aggiunge a quelle che possono rilasciare il visto di conformità a fronte dell’opzione per lo sconto in fattura o cessione del credito nel bonus 110.

Andiamo con ordine.

L’opzione di sconto o cessione

A fronte di spese sostenute per lavori da bonus 110, il legislatore ammette la possibilità di optare, in luogo della detrazione fiscale, per:

In caso di opzione, la normativa prevede l’obbligo per il beneficiario del bonus, di acquisire il visto di conformità dei dati relativi alla documentazione che attesta la sussistenza dei presupposti che danno diritto al beneficio.

Visto di conformità nel bonus 110

Il visto di conformità in ambito bonus 110 può essere rilasciato da professionisti abilitati alla trasmissione telematica delle dichiarazioni fiscali dei contribuenti, ossia:

  • dottori commercialisti, dei ragionieri e periti commerciali e dei consulenti del lavoro, iscritti nei relativi albi professionali
  • iscritti alla data del 30 settembre 1993 nei ruoli dei periti ed esperti tenuti dalle camere di commercio per la subcategoria tributi, in possesso di diploma di laurea in giurisprudenza o economia e commercio o equipollenti o di diploma di ragioneria;
  • iscritti negli albi degli avvocati ed iscritti nel registro dei revisori contabili
  • associazioni sindacali di categoria tra imprenditori
  • associazioni che raggruppano prevalentemente soggetti appartenenti a minoranze etnico-linguistiche
  • Caf – dipendenti e Caf-imprese
  • notai iscritti nel ruolo indicato nell’art. 24 della legge 16 febbraio 1913, n. 89
  • coloro che esercitano abitualmente l’attività di consulenza fiscale
  • iscritti negli albi dei dottori agronomi e dei dottori forestali, degli agrotecnici e dei periti agrari
  • Società tra professionisti iscritte all’albo dei Dottori Commercialisti e degli Esperti Contabili
  • Società tra professionisti iscritte all’albo dei Consulenti del Lavoro.

Anche i revisori legali per il visto di conformità

Il decreto fiscale collegato alla legge di bilancio 2022 (decreto-legge n. 146 del 2021), allarga la platea degli intermediari che i contribuenti possono incaricare per l’invio della propria dichiarazione dei redditi.

Alle citate categorie, infatti, si aggiungono i revisori legali.

Da ciò ne consegue, che a seguito di tale novità, anche tali professionisti potranno essere incaricati per il rilascio del visto di conformità in ambito bonus 110 in caso di opzione per sconto in fattura o cessione del credito.

Potrebbero anche interessarti:

Argomenti: , ,