Bonus 110 per edifici nei centri storici: deroga su cappotti termici e tetti eco

Novità nel bonus 110 per i fotovoltaici al tetto nei centri storici dove in linea generale sono negati per preservare il decoro urbano

di , pubblicato il
Bonus 110 per edifici nei centri storici: deroga su cappotti termici e tetti eco

Il decreto Semplificazioni (decreto-legge n. 77 del 2021), come convertito in legge, porta con se alcune novità in merito al bonus 110. Tra queste, due riguardano il lavori trainanti e trainati ammessi al beneficio.

Lavori trainanti: la novità per il cappotto termico

Il bonus 110, come noto, spetta a fronte di lavori definiti “trainanti” (o anche principali). Si tratta di interventi edilizi, su edifici esistenti, ammessi al 110 indipendentemente da che siano realizzati congiuntamente ad altri lavori. In dettaglio, sono trainanti nel bonus 110

  • interventi di isolamento termico sugli involucri (c.d. cappotto termico)
  • sostituzione degli impianti di climatizzazione invernale sulle parti comuni
  • sostituzione di impianti di climatizzazione invernale sugli edifici unifamiliari o sulle unità immobiliari di edifici plurifamiliari funzionalmente indipendenti
  • interventi antisismici.

Proprio con riferimento al cappotto termico, il decreto Semplificazioni, chiarisce che gli interventi di dimensionamento del cappotto termico e del cordolo sismico non concorrono al conteggio della distanza e dell’altezza, in deroga alle distanze minime riportate all’articolo 873 del Codice Civile (Distanze nelle costruzioni), per gli interventi di recupero del patrimonio edilizio e di riqualificazione energetica degli edifici (articolo 16-bis del TUIR) e per quelli rientranti nella disciplina del bonus 110.

Lavori trainati nel bonus 110: novità per i centri storici

Danno diritto al 110 anche i lavori c.d. “trainati”, così definiti perché ammessi al beneficio solo se realizzati congiuntamente ad uno o più del lavori trainanti. In dettaglio sono trainanti nel bonus 110:

  • interventi di efficientamento energetico
  • installazione di impianti solari fotovoltaici
  • infrastrutture per la ricarica di veicoli elettrici
  • interventi di eliminazione delle barriere architettoniche (solo per spese sostenute dal 1° gennaio 2021).

Altra novità del decreto Semplificazioni riguarda gli impianti solari fotovoltaici, chiarendo che i fotovoltaici al tetto si potranno installare anche nei centri storici (dove in genere sono negati per preservare il decoro urbano).

Potrebbero anche interessarti:

Argomenti: ,