Bollo fatture elettroniche: versamento entro il 30 novembre, con alcune eccezioni

Entro il 30 novembre deve essere versata l'imposta di bollo relativa alle fatture elettroniche emesse nel 3° trimestre 2021. 

di , pubblicato il
Entro il 30 novembre deve essere versata l'imposta di bollo relativa alle fatture elettroniche emesse nel 3° trimestre 2021. 

Entro il 30 novembre deve essere versata l’imposta di bollo relativa alle fatture elettroniche emesse nel 3° trimestre 2021. Il pagamento può essere effettuato direttamente sul portale Fatture e corrispettivi indicando il proprio IBAN.

Ecco chi è chiamato alla cassa entro il 30 novembre e come effettuare il pagamento tramite il portale fatture e corrispettivi dell’Agenzia delle entrate.

L’imposta di bollo sulle fatture elettroniche

Il pagamento dell’imposta di bollo sulle fatture elettroniche ossia la modalità di assolvimento è stato oggetto di diverse modifiche normative.

Nello specifico, la procedura e le modalità di pagamento dell’imposta di bollo sulle e-fatture in transito dal Sistema di Interscambio, S.d.I. sono state oggetto di intervento sia con sia con l’art.12-novies del D.L. 34/2019, decreto Crescita sia con l’art.17 del D.L. Fiscale n°124/2019.

A tal fine, il decreto MEF del 4 dicembre 2020 ” modifiche alle modalità di assolvimento dell’imposta di bollo sulle fatture elettroniche e individuazione delle procedure di recupero dell’imposta di bollo non versata”, è intervenuto sul precedente decreto MEF del 17 giugno 2014.

Le fatture elettroniche per le quali è obbligatorio l’assolvimento dell’imposta di bollo devono riportare specifica annotazione di assolvimento dell’imposta ai sensi del Dm 17 giugno 2014.

Nella predisposizione della fattura elettronica deve essere fleggata l’apposita casella di compilazione.

Versamento al 30 novembre per le e-fatture del 3° trimestre 2021

Entro il 30 novembre deve esser effettuato il versamento dell’imposta di bollo per le fatture elettroniche emesse nel 3° trimestre 2021, luglio-agosto-settembre.

Se l’importo dovuto per il primo trimestre non superava 250 euro, il versamento poteva essere eseguito entro il 30 settembre.

Ancora, se l’importo dovuto complessivamente per il primo e secondo trimestre non supera 250 euro, il versamento può essere eseguito entro il 30 novembre.

Se la scadenza per il pagamento dell’imposta di bollo è un giorno festivo, viene slittata al primo giorno lavorativo successivo.

Come effettuare il pagamento?

Il pagamento può essere effettuato indicando sull’apposita funzionalità web del portale “Fatture e corrispettivi” l’Iban corrispondente al conto corrente intestato al contribuente. In tal modo viene addebitata l’imposta di bollo.

E’ sempre possibile versare l’importo dovuto con l’F24.

I codici tributo da utilizzare sono i seguenti:

  • 2521 – Imposta di bollo sulle fatture elettroniche – primo trimestre
  • 2522 – Imposta di bollo secondo trimestre;
  • 2523 – Imposta di bollo terzo trimestre
  • 2524 – Imposta di bollo quarto trimestre
  • 2525 – Imposta di bollo – sanzioni
  • 2526 – Imposta di bollo- interessi.

Se non si rispetta la data del 30 novembre, l’Agenzia comunica al contribuente, con modalita’ telematiche: l’ammontare dell’imposta di bollo dovuta, la sanzione amministrativa del 30% (art.13 D.Lgs 471/1997) ridotta ad un terzo, nonche’ degli interessi dovuti fino all’ultimo giorno del mese antecedente a quello dell’elaborazione della comunicazione.

Argomenti: , ,