Bollo auto usate: cosa succede se non è stato pagato dal venditore?

Se si acquista un'automobile usata e ci si accorge che il bollo non è stato pagato cosa bisogna fare?

di Patrizia Del Pidio, pubblicato il
Se si acquista un'automobile usata e ci si accorge che il bollo non è stato pagato cosa bisogna fare?

Se si acquista un’automobile usata come ci si deve comportare per il bollo auto? Se si acquista un’auto usata da un privato o da un concessionario i comportamenti da assumere  in caso ci si accorga che il bollo non sia stato pagato sono diversi. Vediamo come comportarsi se si compera un auto usata da un privato e da un concessionario per quel che riguarda il pagamento del bollo.

Auto usata da privato

Se si acquista una automobile usata da un venditore privato non è un problema se il bollo auto non è stato pagato dal venditore poiché l’addebito del mancato pagamento sarà a carico del venditore fino al momento della vendita.

Auto usata da concessionario

Se l’automobile usata è stata acquistata da un concessionario le cose cambiano per il compratore. Se il bollo, prima dell’acquisto, non è stato pagato l’addebito sarà a carico del venditore in ogni caso (il concessionario in questo caso) ma quest’ultimo può chiedere una sospensione. Se tale sospensione non viene richiesta agli enti competenti potrebbero sorgere dei problemi per l’acquirente del veicolo in alcuni casi. Se il veicolo viene acquistato nel mese successivo alla scadenza del bollo il nuovo proprietario sarà tenuto al pagamento del bollo dell’anno precedente (se non è stato pagato) poiché diventa proprietario del veicolo proprio in concomitanza con la scadenza ultima di pagamento.

Condividi su
flipboard icon
Seguici su
flipboard icon
Argomenti: Bollo auto