Bollo auto, come si ottiene l’esenzione?

L'esenzione del Bollo auto è previsto tra i benefici fiscali riconosciuti ai disabili dalla legge 104/92: ecco come ottenerla.

di , pubblicato il
bollo auto

L’esenzione del Bollo auto è una delle agevolazioni fiscali destinate per:

  • i disabili con patologie non vedenti
  • i disabili affetti da sordità;
  • i disabili che hanno un handicap grave (psichico o mentale) e percepiscono l’indennità di accompagnamento;
  • i disabili con handicap grave e con amputazioni o grande difficoltà nella deambulazione;
  • i disabili affetti da difficoltà motorie.

I disabili con difficoltà motorie gravi in alcuni casi è richiesto l’adattamento dell’auto.

La normativa prevede che l’esenzione del bollo auto spetta sia quando il veicolo è intestato al disabile che quando è intestato al familiare che ha il disabile a carico fiscalmente.

Domanda esenzione Bollo

La domanda di esenzione del bollo auto deve essere presentata presso gli uffici ACI di appartenenza oppure tramite l’Agenzia delle Entrate. Alla domanda deve essere allegata una documentazione ben precisa:

  • verbale della Commissione medica accertante lo stato invalidante del soggetto richiedente;
  • fotocopia della carta di circolazione:
  • documentazione attestante la sordità del familiare a carico, nel caso la spesa sia sostenuta dal familiare che ha il disabile a carico fiscalmente.

A seconda delle patologie, va allegata anche la certificazione medica comprovante lo stato di handicap. La domanda può sempre essere inviata, per essere esonerati nell’anno in corso bisogna inviarla 90 giorni prima della scadenza della tassa automobilistica.

Ricordiamo che dal 2012, l’Agenzia delle Entrate ha stabilito che i verbali devono contenere che il disabile ha diritto alle agevolazioni fiscale.

Condividi su
flipboard icon
Seguici su
flipboard icon
Argomenti: ,