Bollo auto, revisione e km percorsi: tutte le novità 2017

Bollo auto, revisione e Km percorsi, l'anno 2017 ricco di novità, niente più truffe: ecco cosa cambia.

Condividi su
Seguici su
Angelica

Revisione auto

Bollo auto, revisione e Km percorsi, l’anno 2017 ricco di novità. Con la nuova manovra chi non paga il bollo auto non potrà più circolare. La revisione auto adesso con garanzia dei Km percorsi, sempre più difficile modificare il chilometraggio alle auto. Procediamo con ordine e analizziamo tutte le novità 2017.

Bollo auto se non pagato l’auto si deve fermare. Lo prevede un emendamento presentato al Parlamento alla manovra -bis, dal PD. Il testo è nato con l’obiettivo di contrastare l’evasione alla tassa di circolazione.

Bollo auto: controlli mirati

La nuova norma prevede l’istituzione che gli uffici del dipartimento dei trasporti, così come i centri di revisione, facciano controlli mirati sui proprietari dei veicoli, sul pagamento della tassa di proprietà e di circolazione del mezzo e che lo stesso non sia sottoposto a fermo amministrativo. Se dalle verifiche effettuate risultano delle inadempienze, il mezzo non potrà più circolare finché non sarà regolarizzata la posizione pagando il bollo e le sanzioni per ritardato pagamento.

Bollo auto, chi non paga non potrà più circolare, la nuova manovra

Revisione auto e certificato dei km percorsi

Non ci saranno più revisioni facili, il ministero dei Trasporti ha tempo fino al 20 maggio per inserire la direttiva europea 2014/45 che prevede la revisione periodica delle auto con l’istituzione del Certificato di revisione con i dati in sede di controllo e i Km percorsi. L’Unione Europea, a tutela dei consumatori, prevede che l’ordinamento sia recepito entro il 20 maggio e divenga effettivo in pieno entro il 20 maggio 2018.

È già possibile verificare sul portale dell’automobilista i km dichiarati nell’ultima revisione. Si consiglia di fare la verifica se si considera di acquistare un auto usato, con questo sistema molti hanno evitato truffe.

Auto usate: consigli utili per evitare le truffe

Più veicoli sottoposti a revisione

Le novità riguardano anche nuove categorie di veicoli sottoposta a revisione, ed esattamente:

rimorchi sopra 3,5 tonnellate, dei trattori a ruote T5 con velocità massima superiore a 40 km/h e, dal 1 gennaio 2022, di tutti i veicoli a 2 e 3 ruote sopra a 125 cc.

La frequenza della revisione rimane invariata: dopo quattro anni dalla prima immatricolazione e successivamente ogni due anni, fatta eccezione per taxi e ambulanze che hanno l’obbligo della revisione annuale. La nuova norma prevede di aumentare la frequenza di revisione per veicoli incidentati, alterati o modificati, al momento del passaggio di proprietà, in caso di grave rischio stradale e, infine, in caso di superamento del chilometraggio di 160mila km.

Come verificare i chilometri sul portale dell’automobilista

Andare sul sito il portale dell’automobilista, digitare sulla voce “Verifica ultima revisione”, inserire il tipo di veicolo, la targa e il codice captca a destra, alla fine dell’elaborazione, verranno evidenziati tutti i dati dell’ultima revisione con i Km effettivi dichiarati.

Un sistema semplice e veloce, purtroppo ad oggi non tutte le auto portano i dati corretti, ma questo ancora per poco, perché tutti gli addetti alle revisioni auto, in adeguamento alla nuova normativa, sono obbligati a trasmettere i dati in modo corretto e veritiero

Punti patente: come verificare il saldo online

Seguici su Facebook

Condividi su
Seguici su
Argomenti:   Bollo auto

Commenta la notizia

SULLO STESSO TEMA