Bollo auto per disabili: a chi spetta e come richiedere l’esenzione

Bollo auto per disabili: ecco una guida completa per richiedere l'esenzione per gli invalidi e portatori di handicap.

di , pubblicato il
Bollo auto per disabili: ecco una guida completa per richiedere l'esenzione per gli invalidi e portatori di handicap.

Le persone con disabilità sono tutelate e hanno diritto a fruire di numerose agevolazioni. E’ necessario che il disabile sia affetto da handicap grave secondo la legge 104 art. 3 comma 3, inoltre l’handicap deve essere riportato in modo chiaro sul verbale di disabilità.

Come ottenere l’esenzione del bollo auto per disabili

L’esenzione del bollo auto è concessa per un solo veicolo, la targa dovrà essere inserita nella domanda con allegata a corredo la documentazione che da diritto all’esenzione.

Documentazione da presentare con la domanda di esenzione bollo auto

Vediamo la documentazione da allegare alla domanda di esenzione in base alle quattro tipologie di handicap:

Non vedenti e sordi

Possono fruire delle agevolazioni fiscali disabili i non vedenti e i sordi, secondo le disposizioni medico legali stabilite dalla normativa. In questi casi non è richiesto l’adattamento del veicolo.

I documenti da allegare alla domanda sono: carta di circolazioni in copia; verbale legge 104 che certificano lo stato di handicap grave in copia; Dichiarazione sostitutiva di atto notorio per il familiare fiscalmente a carico. Quest’ultimo documento solo se l’intestatario del veicolo non sia il disabile con handicap grave.

Disabili con handicap psichico o mentale titolari dell’indennità di accompagnamento

Anche in questo caso non è richiesto l’adattamento del veicolo, i documenti da presentare allegati alla domanda sono: carta di circolazione in copia, verbale verbali legge 104 che certificano lo stato di handicap grave in copia; verbale di attribuzione indennità di accompagnamento in copia; Dichiarazione sostitutiva di atto notorio per il familiare fiscalmente a carico. Quest’ultimo documento solo se l’intestatario del veicolo non sia il disabile con handicap grave.

Disabili con grave limitazione della capacità di deambulazione o affetti da pluriamputazioni

Anche in questo caso non è previsto l’adattamento del veicolo. I documenti da allegare alla domanda sono: carta di circolazione in copia, verbale verbali legge 104 che certificano lo stato di handicap grave in copia e le gravi limitazioni secondo l’art. 3 comma 3; verbale di attribuzione indennità di accompagnamento in copia; Dichiarazione sostitutiva di atto notorio per il familiare fiscalmente a carico.

Quest’ultimo documento solo se l’intestatario del veicolo non sia il disabile con handicap grave.

Disabili con ridotte o impedite capacità motorie

Quando il disabile viene riconosciuto con ridotte e impedite capacità motorie il veicolo deve essere necessariamente adattato e l’adattamento deve risultare dalla carta di circolazione. I documenti da allegare alla domanda sono: : carta di circolazione da dove risultino gli adattamenti effettuati al veicolo secondo le indicazioni mediche in copia, Patente speciale in copia;  verbale verbali legge 104 che certificano lo stato di handicap grave in copia e le capacità motorie ridotte; verbale di attribuzione indennità di accompagnamento in copia; Dichiarazione sostitutiva di atto notorio per il familiare fiscalmente a carico. Quest’ultimo documento solo se l’intestatario del veicolo non sia il disabile con handicap grave.

Consiglio sempre di informarsi presso l’Aci di appartenenza o la Regione.

Leggi anche: Bollo auto storiche: veicoli di 20 e 30 anni quanto pagano? Bollo auto 2016: tutti i casi di esenzione dal pagamento

Condividi su
flipboard icon
Seguici su
flipboard icon
Argomenti: , ,