Bollo auto e legge 104, cointestazione per usufruire dell’esenzione

Bollo auto e legge 104, l'esenzione può essere chiesta dal tutore, con auto cointestata al disabile e non fiscalmente a carico?

di , pubblicato il
Bollo auto casi possibili

Bollo auto e legge 104, cointestata con il disabile, tutore e non fiscalmente a carico, le possibili alternative, il quesito di un nostro lettore:

Salve, leggevo sul sito le agevolazioni bollo auto, vengo subito al dunque: ho un fratello con invalidità ed accompagnamento al 100% e legge 104, io sono fratello e tutore legale, mio padre ha a carico fiscale mio fratello e come le dicevo io sono il tutore.

Io ora ho un’auto intestata a me nel caso in cui facessi un passaggio di proprietà e cioè auto cointestata al sottoscritto ed al disabile avrei l’esenzione del bollo?

Ora è intestata solo a me ma facendo la cointestazione con il disabile potrei usufruire dell’esenzione anche se il disabile non è carico mio, ma di mio padre? Ho pensato di cointestarla a lui e a me, perchè cosi mantengo la mia classe di merito RCA, che è bassa invece se la intestassi solo al disabile oppure il disabile e mio padre perderei la mia 1 classe e quello che risparmierei dal bollo lo pagherei in RCA e quindi non avrebbe senso il passaggio, grazie.

Pasquale A.

Riassumendo il nostro lettore si trova nella seguente condizione: tutore del disabile, con auto cointestata e disabile non fiscalmente a carico. Analizziamo tutte le varie possibilità per poter usufruire dell’esenzione bollo auto con la legge 104.

Bollo auto e legge 104: il tutore

Già in un precedente articolo abbiamo chiarito quando e come il tutore può chiedere l’esenzione.

Il tutore, salvo che non sia un familiare che abbia fiscalmente a carico il disabile, non ha diritto ad usufruire di alcun tipo di agevolazione. Può solo compiere atti amministrativi per nome e per condo del disabile.

Bollo auto e legge 104: definizione di disabile fiscalmente a carico

Per potere usufruire dell’esenzione del bollo auto è che l’auto sia intestata al disabile o alla persona alla quale il disabile è fiscalmente a carico. Il familiare è considerato a carico fiscalmente, quando il suo reddito non supera euro 2.84051. Nel reddito da considerare non sono compresi i redditi esenti, gli assegni e pensioni corrisposte per invalidità civile, ecc.

Bollo auto e legge 104: auto cointestata con il disabile

L’esenzione del bollo auto spetta al disabile o al familiare che ha in carico fiscalmente il disabile, l’Agenzia delle Entrate ha chiarito che non sono ammesse le agevolazioni fiscali sulle auto cointestate.

Fonte: Agenzia delle Entrate, Aci, L.6/2004

Se hai domande o dubbi, contattami: [email protected]

Condividi su
flipboard icon
Seguici su
flipboard icon
Argomenti: , , ,