Bollo auto legge 104 art. 3 comma 1 e difficoltà motorie per l’esenzione

Bollo auto con legge 104 art. 3 comma 1 e difficoltà motorie con adattamento veicolo, cosa bisogna fare in questi casi e come ottenerla.

di , pubblicato il
bollo auto

Sempre più difficile avere l’esenzione del bollo auto con la legge 104, non tutti i casi sono uguali, e come sempre più volte indicato nei miei articoli, la nuova normativa prevede che il verbale debba indicare precisi articoli normativi che danno diritto alle agevolazioni fiscali. Non basta la legge 104 art. 3 comma 3, o le difficoltà motorie con l’art. 3 comma 1. Aver il contrassegno disabili non da diritto all’esenzione del bollo auto, esaminiamo il quesito di un nostro lettore, evidenziando la normativa vigente.

Esenzione Bollo auto: la richiesta

Sono M.V., scrivo alla sua persona quale dirigente responsabile del dipartimento di …., al fine di dirimere una questione che per me ha del paradossale. Il 5/12/18 in virtù di idonea documentazione sanitaria prodotta, mi è stato rilasciato certificato per concessione contrassegno disabili quale “paziente affetto da patologie che determinano deambulazione sensibilmente ridotta DPR 495/1992 Art. 381 comma 2 e 3 e/o n. 503 Art. 12 comma 1”. Il 20/01/19 in fase di rinnovo patente, la competente commissione a fronte di certificazione prodotta ha autorizzato il rinnovo di patente speciale con prescrizione di obbligo di guida con codici: 01.01-occhiali e 10.02-cambio automatico. Di fatto post intervento chirurgico a causa di compromissione nervosa, ho importante limitazione nell’uso dell’arto inferiore sinistro per l’utilizzo della frizione in fase di cambio di velocità.

L’Agenzia dell’Entrate da me interpellata, in merito alle certificazioni delle due menzionate commissioni mediche, non le riconosce valide per usufruire dei benefici previsti dalla legge per l’acquisto di auto con tali caratteristiche, né tanto meno il verbale d’invalidità civile 100% del 26/7/2011 e quello per l’handicap del 11/7/2016 L. 104/1992 comma 1 art. 3 in quanto lo stesso non riporta la natura motoria della disabilità che deve essere esplicitamente annotata con conseguente prescrizione di obbligo di guida di auto con cambio automatico.

Dunque il paradosso è che sono obbligato alla guida solo di automobili con cambio automatico salvo sanzioni del codice della strada ma non agevolato nell’acquisto come sarebbe previsto.
Le chiedo qualunque sia la strada, di individuare una soluzione al problema che mi permetta di ottenere la documentazione necessaria per l’acquisto agevolato di un’auto con le caratteristiche obbligatoriamente previste.


Cordialmente
M.V.
Allegata documentazione citata

Bollo auto e legge 104: la risposta dal Dipartimento

Gentile signore, il verbale ex L. 104/92 in suo possesso, art. 3 comma 1, non prevede agevolazioni fiscali per l’auto (handicap non in gravità) e non può essere modificato. Qualora vi sia un peggioramento delle sue condizioni ha facoltà di chiedere l’aggravamento per valutare se allo stato attuale è portatore di handicap in situazione di gravità (art. 3 comma 3 L. 104/92), uno dei requisiti indispensabili per usufruire delle agevolazioni auto.

L’art. 327 del codice della strada prevede che la commissione medica locale patenti valuti e prescriva gli adattamenti necessari per garantire una guida sicura.

Il Decreto del 2012 prevede che il soggetto per il quale siano prescritti gli adattamenti auto possa usufruire delle stesse agevolazioni di cui alla L. 449/1997, art. 8.

Nel caso specifico Lei è in possesso del certificato della Commissione Medica Locale Patenti in cui è indicato che ha necessità di adattamento del veicolo.

Mi dispiace, ma noi non siamo preposti ad erogare alcun beneficio; facciamo solo valutazioni sanitarie.
Cordiali saluti

Bollo auto e legge 104: il verbale deve riportare la dicitura per l’esenzione

Il verbale legge 104 deve riportare in modo chiaro la dicitura che da diritto alle agevolazioni fiscali. Nel caso specifico i suoi verbali non riportano tale indicazione per poter beneficiare delle agevolazioni fiscali disabili per l’acquisto auto, esenzione bollo, ecc.

In riferimento alle difficoltà motorie, sempre l’Agenzia delle Entrate, prevede che la natura motoria deve essere ben evidenzia nel verbale di invalidità.

Conclusione

Per avere diritto alle agevolazioni fiscali disabili, è importante che il verbale riporti esatte indicazioni dell’invalidità con “handicap grave” o difficoltà “motorie”. La risposta che le è stata data è giusta. Lei può chiedere l’aggravamento rifacendo l’iter medico legale con documentazione medica aggiornata, anche in virtù delle sue difficoltà motorie tali da richiedere adattamenti all’auto per una guida sicura.

Se hai domande o dubbi, contattami: [email protected]
“Visto il sempre crescente numero di persone che ci scrivono vi chiediamo di avere pazienza per la risposta, risponderemo a tutti.


Non si forniscono risposte in privato.”

Condividi su
flipboard icon
Seguici su
flipboard icon
Argomenti: , , ,