Bollo auto: in quali regioni potrebbe essere cancellato?

Dopo la sentenza sul bollo auto e l'autonomia regionale la tassa sarà cancellata o addirittura c'è rischio di un aumento? Facciamo chiarezza sulla portata del dispositivo. Per il momento si continua a pagare il bollo auto.

di , pubblicato il
Dopo la sentenza sul bollo auto e l'autonomia regionale la tassa sarà cancellata o addirittura c'è rischio di un aumento? Facciamo chiarezza sulla portata del dispositivo. Per il momento si continua a pagare il bollo auto.

Dopo la pubblicazione della sentenza della Corte Costituzionale numero 122 del 20 maggio 2019, in merito all’autonomia regionale sul bollo auto, molti utenti ci hanno scritto per comprendere meglio la portata del dispositivo. C’è chi infatti ha sperato che questa presa di posizione dei giudici significasse l’abolizione del bollo auto. Le cose però, spiace smorzare gli entusiasmi, non stanno propriamente così o, quantomeno, non sono così automatiche.

L’abolizione del bollo auto è solo una possibilità non un obbligo di legge

Di fatto con la sentenza sopra citata, i giudici hanno ribadito che le regioni sono libere di prevedere esenzioni fiscali sul bollo auto ma sono tenute a fare in modo che la pressione fiscale non superi i limiti stabiliti dal legislatore. Di fatto si richiama la legge n. 68 del 6 maggio 2011 con cui già veniva chiarita l’autonomia regionale, nel rispetto dei limiti massimi. L’interpretazione data dalla Corte Costituzionale all’articolo 68 è orientata nel senso di affidare alle regioni la possibilità di decidere in modo autonomo eventuali esenzioni, rispettando però i vincoli fissati dal legislatore in termini di aliquota massima da non superare.

Come si legge nel dispositivo della sentenza, le regioni POSSONO  introdurre “modifiche anche diverse da quelle indicate dalla legge dello Stato e, quindi, ad influire sul gettito del tributo erariale ad esse destinato, alla sola condizione che le modifiche apportate non determinino una pressione tributaria maggiore di quella derivante dall’applicazione dell’aliquota massima consentita”.

Bollo auto: rischio aumento?

Come interpretare questa disposizione? I più ottimisti ci hanno letto il via libera alla cancellazione del bollo auto. In effetti si tratta di una possibilità. Ma al tempo stesso potrebbe anche aversi l’effetto contrario, ovvero un aumento.

Mediamente oggi le Regioni dal pagamento del bollo auto incassano oltre 6 miliardi l’anno. Riducendo (o addirittura cancellando) il bollo auto, le amministrazioni locali dovrebbero prevedibilmente aumentare altri tributi locali per compensare la mancanza di entrate. Non è da escludere a priori però la possibilità che alcune regioni possano prevedere nuove agevolazioni sul bollo auto o sconti, magari riservati solo ad alcune categorie di automobilisti in modo da limitarne gli effetti sulle entrate. Al momento, però, a distanza di quasi due mesi dalla pubblicazione della sentenza, nessuna regione ha annunciato novità in materia di bollo auto.

Argomenti: ,