Bollo auto disabili: esenzione permanente dal pagamento

Quali sono i documenti che bisogna produrre per fare domanda di esenzione dal pagamento del bollo auto per disabili?

di , pubblicato il
Quali sono i documenti che bisogna produrre per fare domanda di esenzione dal pagamento del bollo auto per disabili?

Ai disabili e ai propri familiari sono riservate numerose agevolazioni tra cui l’esenzione permanente dal pagamento del bollo auto.

Come funziona e quando spetta l’agevolazione?

L’esenzione dal pagamento del bollo auto spetta in due casi: quando l’auto è intestata al disabile che richiede l’agevolazione e quando l’intestatario dell’auto è un familiare cui il disabile è fiscalmente a carico.

A cencedere l’esenzione è l’ufficio tributi dell’ente Regione, ma nel caso nella regione non sia stato istituito questo tipo di ufficio la domanda deve essere presentata all’ufficio territoriale dell’Agenzia delle Entrate.

Va ricordato che l’esenzione vale per un solo veicolo anche se il disabile ne possiede più di uno. Al momento della presentazione della domanda, infatti, andrà indicato il numero di targa del veicolo prescelto per la fruizione dell’agevolazione.

Esenzione pagamento bollo auto disabili: cosa occorre?

Per poter fruire dell’esenzione dal pagamento del bollo auto bisogna presentare la documentazione che attesta il possesso dei requisiti all’ufficio competente. Quali documenti occorre presentare?

In particolare bosgna produrre:

  • fotocopia della patente di guida speciale o la fotocopia del foglio rosa “speciale” per i disabili che guidano
  • fotocopia della carta di circolazione da cui risulti che il veicolo dispone dei dispositivi prescritti per la conduzione di veicoli da parte di disabile titolare di patente speciale oppure che il veicolo è adattato in funzione della minorazione fisico/motoria
  • la copia della certificazione di handicap o di invalidità rilasciata da una commissione medica pubblica deputata all’accertamento di tali condizioni.

In caso di vendita dell’auto o se i requisiti per il diritto all’esenzione vengano meno, l’interessato deve comunicare la variazione allo stesso ufficio cui era stata presentata la richiesta di esenzione.

L’agevolazione può essere presentata per i seguenti veicoli:

  • autovetture,
  • autoveicoli per il trasporto promiscuo,
  • autoveicoli specifici,
  • autocaravan,
  • motocarrozzette,
  • motoveicoli per trasporto promiscuo,
  • motoveicoli per trasporti specifici
Condividi su
flipboard icon
Seguici su
flipboard icon
Argomenti: , ,