Bollo auto con legge 104, rimborso retroattivo, è possibile?

Esenzione del bollo auto con legge 104, è possibile chiedere l'esenzione retroattiva con eventuale rimborso per gli anni 2018/2019?

di Angelina Tortora, pubblicato il
bollo auto

Bollo auto con legge 104: Mia moglie ha avuto il riconoscimento dell’handicap grave ai sensi dell’art. 3 comma 3 legge 104/92 e invalidità al 100%, ma non dell’indennità di accompagnamento. Avverso tale decisione abbiamo proposto ricorso al tribunale, previa istanza di accertamento tecnico preventivo ex art.445 bis c.p.c. Nel caso in cui, a seguito di questo ricorso, venga riconosciuto l’indennità di accompagnamento , questa avrò decorrenza dalla di presentazione della domanda amministrativa, nella fattispecie il 17-10-17. Le vorrei chiedere cortesemente se, avendo pagato i bolli per gli anni 2018 e 2019 , potrò chiederne il rimborso e, eventualmente , attraverso quale procedimento. Nella Regione Lazio, dove risiediamo, non sono riuscito a reperire alcuna informazione a tale proposito. Le sarei grato se potesse chiarirmi questa questione. Nel ringraziarla anticipatamente , la saluto cordialmente

Bollo auto con legge 104, come fare richiesta?

Per ottenere l’esenzione il richiedente deve presentare una documentazione specifica, consigliamo di leggere l’articolo: Bollo auto e legge 104: riduzione, esenzione e modello richiesta.

I documenti vanno presentati entro 90 giorni dalla scadenza del termine per il pagamento del bollo.

Per fruire dell’esenzione del pagamento del bollo, il disabile deve, solo per il primo anno, presentare all’ufficio competente o spedire per raccomandata A/R. Tutta la documentazione va inviata entro 90 dalla scadenza del termine per il pagamento del bollo.

La documentazione da allegare alla domanda:

1. copia del libretto o carta di circolazione
2. copia del documento di riconoscimento dei trasportati
3. copia della patente speciale

E’ possibile scaricare qui il modulo di domanda da inviare: Richiesta esenzione bollo auto

Bollo auto come chiedere il rimborso

È possibile fare richiesta di rimborso del bollo auto, nei seguenti casi:

  • un doppio pagamento (con la stessa scadenza);
  • un pagamento in eccesso;
  • un pagamento non dovuto.

In alcune regioni, come ad esempio la Lombardia, è possibile chiedere il rimborso anche nei casi di furto, demolizione o esportazione definitiva all’estero di un veicolo che riconosce il rimborso della frazione di tassa versata e non fruita.

Analizziamo il caso del pagamento non dovuto e se è possibile fare domanda di rimborso.

Rimborso bollo auto

La domanda del bollo auto per l’esenzione va chiesta quando si è in possesso già del verbale legge 104, come sopra specificato. Nel caso specifico, lei sta facendo un ricorso, anche se le viene riconosciuto, non ha effetto retroattivo per l’esenzione del bollo auto e non può chiedere il rimborso per una domanda non presentata negli anni 2018/2019.

Condividi su
flipboard icon
Seguici su
flipboard icon
Argomenti: Quesiti bollo auto, News Fisco, Bollo auto