Bollo auto con legge 104: esenzione anche se la patente è stata ritirata?

Si può chiedere il bollo auto anche se non più in possesso della patente? Analizziamo cosa prevede la normativa.

di , pubblicato il
bollo auto

Esenzione del bollo auto per i possessori del verbale legge 104 art. 3 comma 3 in particolari situazioni, analizziamo il quesito di un nostro lettore: Salve, mio padre è invalido 100%  con legge 104/92  art. 3 comma 3  da 4 anni. Ha 89 anni, da 5 gli è stata ritirata la patente per problemi cardiaci. Alle visite mediche lo accompagno io, sono la figlia, con la sua auto intestata a lui con assicurazione guida aperta a tutti.

 Volevo sapere se beneficia dell’esenzione al pagamento del bollo auto e se si se è retroattivo. Grazie.

Esenzione bollo auto con invalidità al 100%

L’esenzione può essere chiesta anche dal familiare che utilizza l’auto per il familiare con handicap grave. Come specificato in quest’articolo, non sempre si ha diritto all’esenzione con l’invalidità al 100 per cento: Bollo auto, basta l’invalidità per l’esenzione? Anche se la patente è stata ritirata, l’esenzione può essere sempre chiesta. Ricordiamo che la tassa automobilistica viene pagata esclusivamente per il possesso del veicolo.

È necessario che il verbale riporti i riferimenti normativi che danno diritto all’esenzione, in particolare deve riportare che sono riconosciuti i benefici di cui all’ art 4 del 9 febbraio 2012.

La domanda non può essere presentata in modo retroattivo perché ha valore nell’anno di competenza.

Le consiglio di controllare il verbale di invalidità legge 104 e se ci sono i riferimenti normativi e la capacità motoria grave, allora può presentare domanda. Alla domanda dovranno essere allegati tutti i documenti comprovante lo stato di handicap grave e le difficoltà motorie. Può trovare tutte le informazioni in quest’articolo: Bollo auto con legge 104, i documenti da presentare per l’esenzione

Condividi su
flipboard icon
Seguici su
flipboard icon
Argomenti: , ,