Bollo auto 2018, il verbale legge 104 è difficile da comprendere, cosa fare?

Esenzione del bollo auto 2019 con la legge 104, ma se non si capisce cos'è scritto sul verbale cosa bisogna fare? Con quale dicitura si ha diritto all'esenzione?

di Angelina Tortora, pubblicato il
Bollo auto casi possibili

Bollo auto e legge 104: analizzeremo in quest’articolo, vari quesiti dei nostri lettori e la difficoltà di capire cosa riporta il verbale di disabilità.

1) Salve, vorrei capire il verbale ricevuto dalla commissione medica per il riconoscimento della 104.
Quali sono le agevolazioni fiscali a cui ho diritto con questo verbale, che mi è proprio complicato comprendere.
Grazie.

Ho esaminato il verbale allegato alla mail, riporta art. 3 comma 1 e ridotte capacità motorie. Lei non ha diritto all’esenzione bollo, può chiedere il cartellino per il parcheggio disabili. Le lascio qui un articolo dove troverà tutte le indicazioni: Cartellino disabili e verbale legge 104, la dicitura per farne richiesta

 

2) Buonasera, mi è stata riconosciuta invalidità art. 3 comma 1 con “ridotte capacità motorie permanenti” ho diritto all’esenzione del bollo? Devo obbligatoriamente avere un veicolo adattato o posso mantenere l’auto cosi come è? La patologia da cui sono affetta di fatto non richiede modifiche strutturali all’autovettura. Grazie.

Mi dispiace ma lei non ha diritto all’esenzione del bollo auto, inoltre il verbale deve contenere una particolare dicitura, che prevede le agevolazioni auto disabili, le lascio qui un articolo dove troverà tutte le informazioni: Esenzione bollo auto con legge 104, la dicitura è importante

 

3) Sono invalido al 50% con art.3 comma 1. Mi  spetta l’esenzione bollo auto? Posso acquistare tablet pc.tv smart con 
iva al 4%?Per ticket sono esente totale o solo per le patologie riconosciute? Grazie e cordiali saluti.

Non, mi dispiace ma lei non può farne richiesta. Per le agevolazioni su pc, tablet, la legge numero 30 del 28 febbraio 1997 prevede l’applicazione dell’Iva agevolata al 4% sui sussidi tecnici e informatici che servono a favorire l’integrazione e l’autonomia delle persone affette da disabilità motoria e sensoriale o del linguaggio. La documentazione che deve presentare il disabile o il suo familiare, al commerciante, è l’originale o la copia di un certificato che attesti l’invalidità funzionale permanente (quello rilasciato dalla ASL) che può essere anche non recente. E’ bene sottolineare che l’agevolazione spetta solo nei casi di invalidità motoria, del linguaggio o sensoriale (non vedenti o sordomuti).

Inoltre viene richiesta la certificazione da parte di un medico specialista della Asl che deve precisare che il prodotto in questione è necessario per l’agevolazione e per il miglioramento dell’integrazione e dell’autonomia del disabile. Sulla fattura il commerciante dovrà, poi, riportare la seguente annotazione: “Aliquota IVA al 4% ai sensi dell’articolo 2, comma 9, del Decreto-Legge 31 dicembre 1996, n. 669 (convertito dalla Legge 28 febbraio 1997, n. 30).

 

4) Buongiorno, la contatto per quanto riguarda all’esenzione bollo auto io ho ricevuto un invalidità civile con legge 104 da poco più di 3 mesi fino ad ora ho sempre pagato il bollo. Voglio capire come fare e se posso usufruirne dell’esenzione bollo se ci sono limiti di percentuale di invalidità o di redditi, grazie buona giornata.

Per sapere tutte le informazioni di chi ha diritto all’esenzione del bollo auto, ho redatto una guida a cui fare riferimento, in questa guida troverà tutte le indicazioni per poter richiedere l’esenzione: Bollo auto e legge 104, come chiedere l’esenzione (guida completa con moduli)

 

5) Buon pomeriggio, leggevo un suo articolo sull’esenzione del bollo auto, e la farò breve. Sono invalido al 47 % con limitazioni attività motorie . Posso avere diritto all’esenzione bollo auto? Grazie.

L’Agenzia delle Entrate, ha spiegato che alle persone pluriamputate o la cui disabilità motoria comporti una grave limitazione nella capacità di deambulazione è consentito di accedere alle agevolazioni sui veicoli a prescindere dall’adattamento del veicolo se versano nella condizione di “particolare gravità” prevista dal comma 3 dell’articolo 3 della legge 104/92.

Nel caso, invece, che queste condizioni personali non si configurino, ma sussiste comunque la disabilità motoria, gli interessati sono ammessi alle agevolazioni auto a condizione di utilizzare veicoli adattati.

Va detto che non è necessario che il disabile fruisca dell’indennità di accompagnamento. Ai sensi dell’articolo 3, della legge 104/92, per disabile secondo la definizione generale, contenuta nel comma 1 dello stesso articolo 3, deve intendersi “colui che presenta una minorazione fisica, psichica o sensoriale, stabilizzata o progressiva, che è causa di difficoltà di apprendimento, di relazione o di integrazione lavorativa e tale da determinare un processo di svantaggio sociale o di emarginazione”.

La specificità richiesta, in questi casi, ai fini dell’agevolazione fiscale è dunque solo nel carattere “motorio” che deve avere l’handicap. Per cui vi potrà essere diritto alle agevolazioni anche senza che sia accertata la necessità dell’intervento assistenziale “permanente”, previsto, invece, per situazioni di particolare gravità.

La natura motoria della disabilità deve essere esplicitamente annotata sul certificato di invalidità rilasciato dalla Commissione medica presso la ASL o anche da parte di altre Commissioni mediche pubbliche incaricate ai fini del riconoscimento dell’invalidità.

Le consiglio di contattare l’ACI di appartenenza e con loro valutare se il suo verbale legge 104 o la documentazione richiesta, è inerente alle specifiche sopra indiate.

 

6) Spett.le dott.ssa Angelina, ho la necessitá di sapere se mi spetta la riduzione iva per l’acquisto di un auto nuova.
Sono invalida al 67% per tumore e relativi postumi dal 2001. 
Nel 2018 mi confermano la 104 NON GRAVE.
Ho letto che se possiedo handicap particolari “o sull’invalidità o sulla 104” posso usufruire della riduzione iva prima macchina. Le invio i relativi documenti perchè ho poca chiarezza in merito, la prego di aiutarmi a capire.

Ho analizzato la documentazione allegata alla mail, nel verbale si legge che lei ha la legge 104 art. 3 comma 1. Lei non può fare richiesta dell’esenzione del bollo auto, poi fare richiesta del cartellino parcheggio disabili. Le lascio qui un articolo dove troverà tutte le informazioni per fare domanda: Contrassegno disabili auto: chi ne ha diritto, come ottenere il rilascio, rinnovo e duplicato

Se hai domande o dubbi, contattami: [email protected]

Condividi su
flipboard icon
Seguici su
flipboard icon
Argomenti: Quesiti bollo auto, News Fisco, Bollo auto