Blocco pensioni e rimborsi: Renzi prende tempo

Il governo prende tempo per poter decidere quale strada prendere dopo la sentenza della Corte Costituzionale sulla mancata indicizzazione delle pensioni.

di , pubblicato il
Il governo prende tempo per poter decidere quale strada prendere dopo la sentenza della Corte Costituzionale sulla mancata indicizzazione delle pensioni.

Dopo la sentenza delle Corte Costituzionale che ha dichiarato incostituzionali i blocchi degli adeguamenti delle pensioni superiori ai 3000 euro, il governo prende tempo (Blocco pensioni Riforma Fornero: bocciato perchè incostituzionale).

Renzi, infatti, afferma che tale sentenza , di cui il governo è a conoscenza dal 30 aprile, non dice che il governo deve restituire i mancati adeguamenti delle pensioni entro un tempo indicato e proprio per questo il governo vuole ristudiare le carte che riguardano la faccenda nel dettaglio per capire come comportarsi e nello stesso tempo evitare gli errori commessi da chi lo ha preceduto.

Quello che Renzi e il suo governo vogliono è trovare una soluzione alla bocciatura dello stop delle indicizzazione delle pensioni ma allo stesso tempo non perdere di credibilità di fronte agli italiani mantenendo le regole imposte dall’Ue.

I tempi di intervento al riguardo non sembrano imminenti anche se il premier dichiara che si interverrà il prima possibile. Renzi attacca, inoltre, tutti quelli che lo stanno criticando a proposito della sentenza della Consulta pur avendo, a suo tempo, votato la riforma Fornero “La norma La norma del governo tecnico di Monti, bocciata dalla Consulta, è stata votata dal Parlamento italiano e anche quelli che oggi la contestano e danno la colpa alla Fornero erano lì a premere il tasto `sì´ “ mentre il premier, allora, faceva il sindaco.

Condividi su
flipboard icon
Seguici su
flipboard icon
Argomenti:

I commenti sono chiusi.