Beni ai soci, comunicazione rinviata. Ecco perchè

Ecco i motivi per cui l'Agenzia delle entrate con apposito provvedimento direttoriale ha prorogato, ancora una volta, l'adempimento al prossimo 15 ottobre

di Redazione InvestireOggi, pubblicato il
Ecco i motivi per cui l'Agenzia delle entrate con apposito provvedimento direttoriale ha prorogato, ancora una volta, l'adempimento al prossimo 15 ottobre

Beni ai soci. Perché la comunicazione dei beni in godimento ai soci e familiari è stata nuovamente rinviata?

Comunicazione beni  ai soci

E’ di pochi giorni fa la pubblicazione  un provvedimento direttoriale dell’Agenzia delle entrate che fa slittare, ancora una volta, il termine del 31 marzo 2012  per la trasmissione all’anagrafe tributaria dei dati relativi ai beni concessi in godimento a soci o familiari al prossimo 15 ottobre. ( Si veda il nostro articolo Comunicazione beni ai soci prorogata ad ottobre 2013).

La comunicazione dei beni in uso ai soci da parte degli imprenditori ha ad oggetto i dati anagrafici dei soci o dei familiari che hanno ricevuto in godimento i beni dell’impresa. L’obbligo della comunicazione si estende:

  • ai finanziamenti e alle capitalizzazioni effettuati dai soci nei confronti della società concedente
  • ai beni concessi in godimento dall’impresa ai soci inclusi i familiari
  • ai beni concessi in godimento dall’impresa ai soci, inclusi sempre i familiari, di altra società appartenente al medesimo gruppo

Nella comunicazione devono essere indicati in particolare:

  • per le persone fisiche: codice fiscale, dati anagrafici e stato di residenza
  • per i soggetti diversi dalle persone fisiche: codice fiscale, denominazione e comune del domicilio fiscale o lo stato estero di residenza
  • tipologia di utilizzazione del bene
  • tipologia, identificativo del contratto e relative data di stipula
  • categoria del bene, durata della concessione ( data di inizio e fine), corrispettivo e relativo valore di mercato
  • ammontare dei finanziamenti e capitalizzazioni.

La comunicazione dei beni dati in godimento ai soci deve essere trasmessa utilizzando il servizio telematico Entratel o Fisconline oppure avvalendosi degli intermediari abilitati come professionisti, associazioni di categoria, Caf, ecc.

 Beni ai soci, rinvio comunicazione 

Il rinvio della comunicazione al prossimo 15 ottobre 2013, è motivato dall’esigenza di valutazione, da parte dell’Agenzia, delle proposte di  semplificazione avanzate dalle associazioni di categoria che riguardano la tipologia delle informazioni da comunicare e le relative modalità di trasmissione. Il rinvio del termine è, pertanto, come si legge nel provvedimento, funzionale alla definizione del confronto in atto con le associazioni di categoria. Da prassi, la comunicazione dovrà essere effettuata entro il 31 marzo dell’anno successivo a quello di chiusura del periodo di imposta in cui i beni sono concessi in godimento. 

Condividi su
flipboard icon
Seguici su
flipboard icon
Argomenti: Aziende e Società

I commenti sono chiusi.