'Bancomat e carte di credito: tetto unico alle commissioni -

Bancomat e carte di credito: tetto unico alle commissioni

Fissato tetto unico per le transazioni di pagamento con carte di credito e bancomat che, a quanto sembra, produrrà un vantaggio economico soltanto per i commercianti.

di , pubblicato il
Fissato tetto unico per le transazioni di pagamento con carte di credito e bancomat che, a quanto sembra, produrrà un vantaggio economico soltanto per i commercianti.

Da ieri 9 dicembre è entrato in vigore il tetto unico sulle commissioni che i negazionti devono pagare per i pagamenti via bancomat e carta di credito.   Per i circuiti interbancari Visa, Mastercard e Pagobancomat le commissioni saranno unificate in

  • 0.3% per le carte di credito
  • 0,2% per i bancomat.

  Da tale provvedimento sono escluse la carte di credito non bancarie come America Express e Diners che continueranno ad applicare le proprie commissioni. La nuova normativa, nata da una decisione dell’Unione Europea, produrrà dei notevoli vantaggi per i commercianti anche se per i consumatori poco cambierà. L’obiettivo del tetto unico è quello di incentivare l’utilizzo della moneta elettronica andando, appunto, incontro ai commercianti dopo l’attuazione dell’obbligo di accettare pagamenti elettronici per importi oltre i 30 euro. Il risparmio totale stimato dall’inserimento del tetto unico è di circa 7 milardi, dei quali il 90% sarà a favore dei commercianti e il restante 10% dei consumatori. Quello che, però, sottolineano le associazioni dei consumatori è che mentre per i commercianti il risparmio è immediato, poichè corrisponde alla differenza tra le vecchie e le nuove commissioni, per i consumatori è soltanto teorico poichè legato alla possibilità di un abbassamento dei prezzi dovuto al risparmio dei commercianti. Federconsumatori e Adusbef, in un comunicato stampa di ieri, fanno notare che “I nuovi limiti decisi dall’Ue difficilmente si tradurranno in una riduzione dei prezzi di beni e servizi, essendo noto l’agire degli esercenti, che per rifarsi dai costi delle tariffe bancarie, tendono ad addossare sui consumatori i costi delle transazioni.”.

Argomenti: