Bancomat e Carta di credito: quando conviene usare l’uno o l’altra?

Conviene maggiormente utilizzare il bancomat o la carta di credito? Vediamo le sostanziali differenze tra le due carte di pagamento.

di , pubblicato il
Conviene maggiormente utilizzare il bancomat o la carta di credito? Vediamo le sostanziali differenze tra le due carte di pagamento.

Carta di credito e bancomat non sono la stessa cosa e, proprio per sfruttarne appieno la massima convenienza, è bene conoscere la differenza tre i due metodi di pagamento per capire quando è meglio usare una o l’altro.

La differenza principale tra bancomat e carta di credito sta nel momento in cui viene addebitato il pagamento: con il bancomat è accreditato immediatamente mentre con le carte di credito si possono avere due servizi specifici. Vediamo, quindi, quando usare l’uno e quando l’altra.

Bancomat e carta di credito: sostanziale differenza

Con la carta di credito è possibile prelevare denaro e pagare senza ricorrere ai contanti ma a prescindere da quello che si da con la carta di credito l’importo, solitamente, viene addebitato in un momento successivo a quello in cui si effettua il pagamento (di solito sono previste scadenze mensili). Con la carta di credito, quindi, generalmente si acquista pagando realmente in un secondo momento (in case di carte revolving il pagamento può avvenire anche a rate).

Con la carta di credito, quindi, possiamo anche spendere soldi che ancora non abbiamo (la banca li preleverà dal conto solo in un secondo tempo), mentre con il bancomat si possono spendere soltanto soldi che sono già disponibili sul proprio conto corrente.

Carta di credit o bancomat: quale è meglio utlizzare?

Se si parla di sicurezza il bancomat è molto più sicuro perché sia che si utilizzi per prelevare che per pagare viene sempre richiesto il codice PIN garantendo i propri soldi anche in caso di clonazione della carta. La carta di credito, invece, che viene utilizzata strisciandola, potrebbe comportare maggiori rischi, soprattutto se l’esercente non chiede l’esibizione dei documenti.

Se l’obiettivo, invece, è quello di tenere sempre sotto controllo le proprie spese per non eccedere, di tenere sotto controllo il saldo contabile, il consiglio che viene dato è quello di usare il bancomat poiché non permette di spendere soldi che non sono presenti sul conto con il rischio di andare in rosso.

Spesa da effettuare, al contrario, è necessaria anche in mancanza dei fondi per effettuarla (che magari devono entrare a breve) la carta di credito è la scelta migliore: permette di anticipare gli acquisti anche se ancora non si è fisicamente in possesso del denaro necessario.

Leggi anche:Carta di credito o bancomat, ecco la differenza

Argomenti: ,