Avvocati divorzio: mille euro per ogni figlio

Avvocati e divorzio: come ottenere il bonus di mille euro per figli under 26 a carico esclusivo.

di Alessandra De Angelis, pubblicato il
Avvocati e divorzio: come ottenere il bonus di mille euro per figli under 26 a carico esclusivo.

Avvocati e divorzio: non ci sono solo quelli che assistono i clienti nella causa di separazione ma anche quelli che vivono la fine del matrimonio in prima persona ovviamente. E se a divorziare nel 2017 è un avvocato c’è una novità importante da tenere a mente: la Cassa Forense ha riconosciuto mille euro per le famiglie monogenitoriali con figli a carico. La domanda, quindi, può essere fatta dagli avvocati iscritti all’albo che divorziano. Il termine di scadenza è fissato al 31 ottobre. Ma lo stesso importo spetta anche ad avvocati vedovi perché non si parla nel bando solo di separazione e divorzio ma più in generale di nuclei monogenitoriali quindi di avvocati che hanno figli a carico esclusivo di età inferiore ai 26 anni e non convivono, per diverse ragioni, con l’altro genitore.

Mille euro per gli avvocati divorziati con figli: requisiti per fare domanda

La situazione generale, quindi, deve essere quella sopra descritta: sono ammessi a fare domanda per il bonus di mille euro avvocati con almeno un figlio under 26 a carico esclusivo. Ma ci sono altri due requisiti da rispettare:

– essere in regola con le comunicazioni reddituali prescritte per la Cassa (modelli 5);
– non avere un reddito professionale netto superiore a 50 mila euro.

Se il bonus viene riconosciuto, i mille euro a figlio vengono erogati in una soluzione unica.

Come fare domanda per il bonus avvocati divorziati

Sono ammesse solo domande telematiche via pec inviate, entro il termine del 31 ottobre 2017, all’indirizzo [email protected] Alla domanda vanno allegati: certificato di stato di famiglia, autocertificazione che il figlio sia totalmente a carico, fotocopia del documento di identità.
Il bando in analisi si inserisce in un progetto più ampio di welfare a favore degli avvocati: sono previste, infatti, anche borse di studio a favore di orfani, contributi a favore di iscritti con figli al primo anno della scuola secondaria superiore e incentivi fino a 2 mila euro per ottenere il titolo di cassazionista.

Condividi su
flipboard icon
Seguici su
flipboard icon
Argomenti: Bonus e detrazioni, Contributi avvocato