Autostrade, pedaggi 2018: gli aumenti più pesanti e la mappa dei caselli più cari in tutta Italia

Autostrade 2018, aumento pedaggi: la mappa dei costi al casello da Nord a Sud.

di , pubblicato il
Autostrade 2018, aumento pedaggi: la mappa dei costi al casello da Nord a Sud.

Sulle autostrade gli aumenti dei pedaggi 2018 erano prevedibili ma quello che forse gli automobilisti non si aspettavano, soprattutto in alcune tratte, è che l’importo da pagare ai caselli lungo le autostrade fosse così alto. E lo hanno scoperto con amara sorpresa tornando in autostrada dopo aver trascorso fuori il Capodanno.
L’incremento medio, calcolato sulla base delle percorrenze 2016, è del 2,74%.

Questi nello specifico gli adeguamenti dei pedaggi autostradali riconosciuti:

• Asti-Cuneo spa 0,00%
• ATIVA spa 1,72%
• Autostrade per l’Italia S.

p.A. 1,51%
• Autostrada del Brennero spa 1,67%
• Autovie Venete spa 1,88%
• Brescia-Padova spa 2,08%
• Consorzio Autostrade Siciliane 0,00%
• CAV spa 0,32%
• Centro Padane Spa 0,00%
• Autocamionale della Cisa Spa 0,00%
• Autostrada dei Fiori Spa 0,98%
• Milano Serravalle Milano Tangenziali spa 13,91%
• Tangenziale di Napoli spa 4,31%
• RAV spa 52,69%
• SALT spa 2,10%
• SAT spa 1,33%
• Autostrade Meridionali (SAM) spa 5,98%
• SATAP spa Tronco A4 8,34%
• SATAP spa Tronco A21 1,67%
• SAV spa 0,00%
• SITAF spa 5,71%
• Torino – Savona spa 2,79%
• Strada dei Parchi spa 12,89%
• Bre.be.mi. 4,69%
• TEEM 2,70%
• Pedemontana Lombarda 1,70%.

Autostrade e pedaggi 2018: gli aumenti ai caselli del Nord Italia

Nella mappa degli aumenti sulle autostrade del Nord Italia nel 2018 balzano agli occhi quelli che interessano la A4, Milano-Torino, gestita da Satap.
Sarà di un euro in più l’importo da sborsare tutti i giorni a carico dei pendolari che viaggiano in autostrada tra Novara e Milano, un euro e 60 per quelli che si spostano sulla direttrice Novara-Torino. Leggermente più contenuto l’aumento sulla A26 (1,51%). Lungo la barriera Lago Maggiore a Borgomanero il pedaggio dovrebbe passare dagli attuali 3,70 euro a 3,80 (sebbene siano meno di 14 km l’aumento è stato calcolato su 45 perché si estende anche ai tratti di autostrada liberi immediatamente prima e dopo il casello)

Contro gli aumenti delle autostrade 2018 imposti al Nord Italia si è scagliato Paolo Grimoldi, segretario della Lega Lombarda e deputato della Lega “con il nuovo anno, centinaia di migliaia di pendolari lombardi che sono costretti a spostarsi con l’auto lungo l’autostrada A4 o con le altre autostrade che collegano (da Pavia, da Lodi, da Novara ecc) a Milano dovranno pagare 10 centesimi in più ad ogni barriera di ingresso o uscita da Milano.

Questo significa, per chi utilizza queste autostrade ogni giorno per lavoro, circa 1 euro in più a settimana se oltrepassano una sola barriera tra andata e ritorno oppure anche 2 euro se si oltrepassa anche una seconda barriera milanese. Per la serie somaro lombardo paga e taci eccoti una nuova tassa dalla premiata ditta Governo PD. Una domanda a Renzi e Gentiloni: aumentare i pedaggi autostradali non significa aumentare le tasse?”

Autostrade e pedaggi 2018: gli aumenti ai caselli del Centro Italia

Non va meglio agli automobilisti di Roma. Il Presidente della Regione Lazio, Nicola Zingaretti, ha avuto da ridire contro un aumento del pedaggio che, seppur in generale comprensibile in un’ottica di adeguamento e allineamento, non tiene conto di diversi fattori da valutare, fattori che nell’ambito dei servizi offerti al cittadino costituiscono elementi invece imprescindibili, a partire da quello della “gradualità” spiegando ad esempio che “se l’aumento medio dei pedaggi autostradali per il 2018 si attesta intorno al 2,70% sul territorio nazionale, è indubbio che l’aumento del 12,89% previsto per l’Autostrada dei Parchi è a dir poco paradossale”

Autostrade e pedaggi 2018: gli aumenti ai caselli del Sud Italia

Per quanto riguarda le autostrade del Sud, a Napoli è stato ufficializzato l’aumento per il casello della Tangenziale di Napoli, che è passato da 95 centesimi a un euro tondo tondo. Più in generale l’adeguamento tariffario di competenza di Autostrade Meridionali è del 5,98 per cento.

Condividi su
flipboard icon
Seguici su
flipboard icon
Argomenti: ,