Autoliquidazione INAIL 2021: quali sono le nuove istruzioni?

L’autoliquidazione INAIL viene definita come quell'insieme di adempimenti annuali che obbliga i datori di lavoro a comunicare all’Istituto le retribuzioni percepite dai lavoratori assicurati nel corso dell'anno.

di , pubblicato il
L’autoliquidazione INAIL viene definita come quell'insieme di adempimenti annuali che obbliga i datori di lavoro a comunicare all’Istituto le retribuzioni percepite dai lavoratori assicurati nel corso dell'anno.

Il 16 febbraio scade il termine per il versamento della prima (o unica) rata del premio di autoliquidazione ed entro il primo marzo successivo i datori di lavoro interessati devono presentare le dichiarazioni delle retribuzioni corrisposte nel 2020.

L’INAIL il 31 dicembre 2020 ha pubblicato il documento (istruzione operativa n. 15530) dove sono indicate le scadenze e le istruzioni che i datori di lavoro devono seguire per l’anno 2021.

Il documento INAIL cita anche la nuova sospensione dei versamenti, previste nel periodo dal 1° gennaio al 28 febbraio 2021, per le federazioni sportive nazionali, gli enti di promozione sportiva e le associazioni e società dilettantistiche.

Autoliquidazione INAIL: le scadenze da ricordarsi

I termini relativi all’autoliquidazione INAIL sono fissati nelle seguenti date:

  • 16 febbraio 2021 per il versamento del premio in unica soluzione o la prima rata;
  • 1° marzo 2021 per la presentazione delle dichiarazioni delle retribuzioni effettivamente corrisposte nell’anno 2020.

I pagamenti possono essere effettuati in quattro rate trimestrali dello stesso importo ognuna pari al 25% del premio annuale oppure in un’unica soluzione.

Inoltre, deve essere data comunicazione direttamente attraverso i servizi telematici previsti per la presentazione delle dichiarazioni delle retribuzioni.

Il MEF ha pubblicato sul sito del Dipartimento del Tesoro il tasso medio di interesse dei titoli di Stato è pari allo 0,59%.

In base a tale tasso, l’INAIL indica quali sono i coefficienti da moltiplicare per gli importi della seconda, terza e quarta rata dell’autoliquidazione 2020/2021.

Ecco quali sono le scadenze e i relativi coefficienti per l’autoliquidazione 2020-2021.

RataData scadenzaData utile pagamentoCoefficienti interessi
16 febbraio 202116 febbraio 20210
16 maggio 202117 maggio 20210,00143863
16 agosto 202120 agosto 20210,00292575
16 novembre 202116 novembre 20210,00441288

Autoliquidazione INAIL: definizione

L’autoliquidazione INAIL viene definita come quell’insieme di adempimenti annuali che obbliga i datori di lavoro a comunicare all’Istituto le retribuzioni percepite dai lavoratori assicurati nel corso dell’anno.

Gli importi delle retribuzioni annue permettono di calcolare sia il saldo del premio assicurativo relativo all’anno precedente che l’anticipo per l’anno in corso.

Autoliquidazione INAIL: quali sono i soggetti tenuti al pagamento?

I soggetti chiamati a pagare il premio INAIL sono tutti i datori di lavoro che occupano lavoratori dipendenti e lavoratori parasubordinati nelle attività che la legge individua come rischiose.

Gli artigiani sono tenuti ad assicurare anche se stessi, mentre i commercianti non sono tenuti a pagare il premio.

Argomenti: ,