Auto aziendali: detrazione IVA del 40% prorogata fino al 2019

Auto aziendali, viene prorogata la misura che stabilisce la detrazione IVA del 40% per tutte le autovetture utilizzate nell'ambito dell'attività aziendale o professionale: ecco come.

di , pubblicato il
Auto aziendali, viene prorogata la misura che stabilisce la detrazione IVA del 40% per tutte le autovetture utilizzate nell'ambito dell'attività aziendale o professionale: ecco come.

Auto aziendali, viene prorogata la misura che stabilisce la detrazione IVA del 40% fino al 31 dicembre 2019, la richiesta viene presentata dal Governo italiano alla Commissione europea.

La detrazione ridotta si applica ai veicoli stradali a motore utilizzati per finalità per tutte le autovetture utilizzate nell’ambito dell’attività aziendale o professionale.La detrazione è valida per le autovetture non solo se acquistate ma anche se acquisite in locazione, anche finanziaria, e noleggio. 

Nella stessa misura del 40%, risulta detraibile l’IVA relativa alle spese di gestione, manutenzione e transito stradale.

Auto aziendali: quali sono i limiti?

La detraibilità ha dei limiti che si riferiscono ai “veicoli stradali a motore”, vale a dire a tutti i veicoli a motore, diversi dai trattori agricoli o forestali. Normalmente adibiti al trasporto stradale di persone o beni la cui massa massima autorizzata non supera 3.500 kg e il cui numero di posti a sedere, escluso quello del conducente, non è superiore a otto. 

Inoltre secondo la nuova disciplina sono espressamente esclusi i motocicli di cilindrata superiore a 350 centimetri cubici. L’ulteriore proroga, sino al 31 dicembre 2019, è stata proposta dalla Commissione europea, su richiesta del Governo italiano, con il documento COM(2016) 598 del 19 settembre 2016. Sono state considerate, l’elevato numero di piccole imprese operanti in Italia, il limite di detrazione del 40% risulta ancora adeguato.

Auto aziendale: uso promiscuo

La concessione in uso promiscuo dell’auto aziendale è un benefit che il datore di lavoro concede ai dipendenti più meritevoli o a quelli che hanno maggiore esigenza di spostamenti in macchina. Con questa formula il lavoratore usa la macchina sia per scopi professionali che privati.

L’auto aziendale ad uso promiscuo è un fringe benefit, ovvero un reddito in natura corrisposto al dipendente che per il datore di lavoro rappresenta un costo deducibile e un reddito tassabile in busta paga.

Argomenti: , ,