Auto aziendali, cosa chiedere al commercialista per essere in regola

Optare per le auto aziendali conviene ancora alla luce della nuova normativa sull'instestazione del libretto di circolazione? Il parere dei commercialisti conta

di , pubblicato il
Optare per le auto aziendali conviene ancora alla luce della nuova normativa sull'instestazione del libretto di circolazione? Il parere dei commercialisti conta

Con il continuo evolversi della normativa in tema di auto aziendali, il ruolo del commercialista può diventare cruciale per risparmiare rispettando la legge (non a caso il 77% degli imprenditori chiede consulenza su questo aspetto). Ma cosa chiedono gli imprenditori ai commercialisti?   Lo ha sintetizzato in un sondaggio LeasePlan, azienda leader nel settore del noleggio a lungo termine e nell’organizzazione delle flotte aziendali, in collaborazione con Econometrica. I risultati di questa ricerca sono stati presentati a Verona in occasione del Fleet Manager Academy, al convegno sulla Gestione efficiente dell’auto aziendale come strumento di crescita per le PMI. Il 92% delle interrogazioni sulle flotte aziendali riguarda proprio l’aspetto fiscale. Il 41% dei clienti invece è interessato alla convenienza economica delle diverse soluzioni, dal noleggio a lungo termine al leasing. Percentuale quest’ultima destinata a salire con la riforma che ha imposto l’aggiornamento del libretto di circolazione in modo che l’intestazione coincida con il titolare della patente (abbiamo approfondito l’argomento in questo articolo: https://www.investireoggi.it/imprese/libretto-di-circolazione-le-nuove-regole-per-le-macchine-aziendali/). Dalle dichiarazioni degli esperti contabili in materia emerge che tra i piccoli imprenditori in pochi conoscono lo strumento del noleggio a lungo termine. Curioso anche il dato secondo cui tra gli imprenditori locali in molti rinuncino alle deduzioni e detrazioni fiscali per l’auto aziendale trovandole poco rilevanti e farraginose. Questa rinuncia spinge spesso al nero aziendali per quanto riguarda l’acquisto di beni strumentali. L’obiettivo per incentivare il mercato sarebbe quello di rendere il noleggio a lungo termine più semplice e snello per i professionisti e la piccola e media impresa.

Resta inoltre l’esigenza di adeguare la fiscalità italiana al livello degli altri paesi europei in modo da garantire competitività alle aziende d

Argomenti: , ,