Aumento IVA evitato per il 2019: ecco quanto si pagherà

Aumento IVA scongiurato ma solo per il 2019: ecco quanto si pagherà i prossimi anni.

di Alessandra De Angelis, pubblicato il
Aumento IVA scongiurato ma solo per il 2019: ecco quanto si pagherà i prossimi anni.

Il Governo blocca l’aumento IVA ma, per il momento, solo per il 2019 (costo copertura 12,5 miliardi circa). Parziale conferma per il 2020 e 2021 (per circa 5,2 e 3,8 miliardi). Ecco i prossimi aumenti.

Aumento IVA: aliquote 2020 e 2021

Nel 2020 l’IVA ordinaria passerà dal 22% al 24,1%. Ulteriore scatto l’anno successivo: l’IVA nel 2021 sarà di 24,5%, salvo nuovi interventi correttivi. L’IVA agevolata, di conseguenza, non sarà più al 10 ma all’11,5% a decorrere dal 2020.

Gli aumenti IVA erano stati previsti in via provvisoria dai precedenti governi nelle cd clausole di salvaguardia, ovvero fin tanto non si fosse riusciti a sostituire i relativi gettiti con altre misure di simile portata. Ma Lega e 5 Stelle si sono sempre detti contrari all’aumento IVA e questo è stato uno dei cavalli di battaglia in campagna elettorale.

Rinviati al momento sembrerebbe anche gli aumenti sulle accise benzina (anche se va smentita invece la bufala sulla cancellazione totale delle accise carburante attualmente in essere).

Leggi anche: Accise benzina, cosa sapere tra verità e fake news

Sempre in tema di tasse va menzionata infine l’estensione del regime cedolare secca al 21% per gli affitti commerciali limitatamente però ai nuovi contratti (non quindi quelli di proroga o sostituzione contratto già in essere) e fino a 600 metri quadrati (categoria catastale C1).

Secondo fonti da Palazzo Chigi vicine a Lega e 5 Stelle, il testo della manovra approderà alle Camere oggi, mercoledì 31 ottobre 2018. Vedremo quindi a breve se i punti di cui sopra saranno confermati in Parlamento.

Condividi su
flipboard icon
Seguici su
flipboard icon
Argomenti: News Fisco, Sconti IVA