Attore porno: quali sono i rischi per chi pratica quest’attività?

Attore porno o produttore: secondo la Corte di Cassazione l'attività è lecita ma bisogna rispettare dei limiti.

di , pubblicato il
Attore porno o produttore: secondo la Corte di Cassazione l'attività è lecita ma bisogna rispettare dei limiti.

In quest’articolo vediamo cosa rischia chi sceglie di fare l’attore porno o il produttore nello stesso settore. Nel dettaglio risponderemo alle domande sulla possibilità di girare film e poterli distribuire su internet.

Ci sono rischi?

La legge, a tal proposito si è espressa sostenendo che l’attività di attore porno, ma anche la produzione e la diffusione dei film tramite il web o dvd è lecita. La legge precisa che gli attori che si possono mettere sotto contratto devono essere maggiorenni per evitare l’accusa di pedopornografia, che è necessario un consenso scritto sia per le riprese sia per la diffusione del film. Si specifica, anche, che sarebbe meglio effettuare le riprese in luoghi appartati per evitare quantomeno denunce per atti contro la pubblica decenza.

Mentre gli articoli 528 e 725 del codice penale precisano che viene punito chi “acquista, detiene, esporta, ovvero mette in circolazione scritti, disegni, immagini od altri atti osceni di qualsiasi specie” con lo scopo di distribuirli nel territorio, detenerli o esportarli, la Corte di Cassazione ha considerato lecita sia la produzione sia la diffusione di questi tipi di prodotti.

Vengono considerati illeciti solo quando sono interessati minori o quando il terzo non sia rispettato o consenziente. Dunque, la vendita di riviste porno o materiale osceno è permesso rispettando i minori di 18 anni e i terzi inconsapevoli.

Argomenti: ,