Atti giudiziari da inviare solo on line dal 2014

Rivoluzione digitale negli uffici giudiziari dal 30 giugno 2014. Il cartaceo solo in casi eccezionali previsti dal giudice

di Redazione InvestireOggi, pubblicato il
Rivoluzione digitale negli uffici giudiziari dal 30 giugno 2014. Il cartaceo solo in casi eccezionali previsti dal giudice

Atti giudiziari oggetto di invio solo in modalità telematica dal 30 giugno 2014. Lo prevede la legge di stabilità 2013 che  introduce l’obbligo di invio telematico degli atti giudiziari ai tribunali.

Atti giudiziari da inviare on line

Gli avvocati dal 30 giugno 2014 saranno obbligati a depositare atti giudiziari solo in modalità telematica e non più cartacea, se non in casi eccezionali previsti dal giudice. Un obbligo previsto anche per la notifica dei decreti ingiuntivi, l’esecuzione e le procedure concorsuali. Il deposito di tali atti da parte degli avvocati in formato digitale si considererà avvenuto al momento in cui viene generata la ricevuta di avvenuta consegna da parte del gestore di Pec del Ministero della giustizia. Si potrà depositare gli atti in modalità cartacea solo ed esclusivamente con un’apposita autorizzazione del giudice, ma solo quando il sistema informatico non funziona oppure in altri casi eccezionali.

Notifica atti giudiziari tramite Pec

Notifica atti giudiziari da parte degli avvocati in proprio  anche con modalità telematiche, utilizzando la Pec, la posta elettronica certificata. Il messaggio in particolare deve indicare nell’oggetto che si tratta di “notificazione ai sensi della legge 53/1994”. Se l’atto  che si deve notificare è un originale cartaceo, il legale deve estrarre copia informatica dell’atto e attestare la conformità all’originale.

Condividi su
flipboard icon
Seguici su
flipboard icon
Argomenti: Ricorsi e Contenziosi