Assunzioni agevolate dal 2017, esonero contributivo al Sud fino a 8.060 euro

Assunzioni agevolate per i giovani del Sud, dal 2017. Esonero contributivo fino ad un massimo di 8.060 euro per le assunzioni a tempo indeterminato.

di , pubblicato il
Assunzioni agevolate per i giovani del Sud, dal 2017. Esonero contributivo fino ad un massimo di 8.060 euro per le assunzioni a tempo indeterminato.

Assunzioni agevolate dal 2017, esonero contributivo per chi assume giovani a tempo indeterminato al Sud.

É quanto prevede il decreto del Ministero del lavoro per le assunzioni, la misura è all’esame della Corte dei Conti.
Il ministero del lavoro con il decreto per le assunzioni ha intenzione di utilizzare le risorse dai Fondi del Programma operativo nazionale sistemi di politiche attive per l’occupazione (Pon Spao). Il decreto prevede l’esonero contributivo fino a 8.060 euro per 12 mesi, per i giovani fra i 15 e i 24 anni assunti a tempo indeterminato. Inoltre, potranno essere assunti anche quelli con più di 25 anni ma che risultino disoccupati da almeno 6 mesi.

Assunzioni agevolate dal 2017: le regione del Sud

Le assunzioni a tempo indeterminato agevolate dovranno essere effettuate dal 2017 nelle seguenti regioni del Sud:

  • fondi stanziati di 500 milioni per Basilicata, Calabria, Campania, Puglia e Sicilia;
  • fondi stanziati di 30 milioni per Abruzzo, Molise e Sardegna.

La manovra è simile alla decontribuzione prevista per l’anno 2015, ma questa volta è destinata solo alle regioni del Sud.

Assunzioni agevolate dal 2017: come fare domanda?

La domanda va presentata all’Inps in modalità telematica. L’Ente invierà comunicazione all’azienda dopo aver controllato i requisiti e la disponibilità dei fondi. L’assunzione va effettuata entro 10 giorni dalla comunicazione dell’Inps, pena la decadenza dell’esonero del contributo.

Assunzioni agevolate dal 2017: ridurre la disoccupazione

Il decreto ha l’obiettivo di ridurre la disoccupazione giovanile, in particolare al Sud. Oltre ai fondi stanziati di circa 530 milioni nel decreto, si aggiungono per il 2017 altri 200 milioni inseriti nella Legge di Bilancio.

Inoltre nella Legge sono previste assunzioni agevolate per giovani che effettuano percorsi di alternanza scuola – lavoro. L’esonero contributivo previsto ha un tetto di 3.250 euro annui. L’esonero è utilizzabile per tre anni dal 2017 al 2020.


Per usufruire del beneficio le assunzioni devono avvenire entro sei mesi dall’acquisizione del titolo di studio. Gli studenti coinvolti hanno  svolto presso il datore di lavoro almeno il 30% delle ore di alternanza previste dal percorso formativo, oppure periodi di apprendistato per la qualifica e il diploma professionale, il diploma di istruzione secondaria superiore, il certificato di specializzazione tecnica superiore o periodi di apprendistato in alta formazione.

Argomenti: , ,