Assistenza ad anziani: spetta la detrazione IRPEF?

Le spese sostenute per assistenza ad anziani, possono essere portate in detrazione, inoltre è possibile usufruire anche della deduzione dal reddito per i contributi versati. Ecco quello che c'è da sapere.

di , pubblicato il
Le spese sostenute per assistenza ad anziani, possono essere portate in detrazione, inoltre è possibile usufruire anche della deduzione dal reddito per i contributi versati. Ecco quello che c'è da sapere.

Assistenza ad anziani, spetta la detrazione Irpef? E’ riconosciuta un detrazione Irpef del 19% per tutte le spese sostenute per le persone che si occupano di dare assistenza personale agli anziani. La detrazione IRPEF è riconosciuta sia per i costi sostenuti per sé stessi sia per un familiare, tra questi rientrano anche i genitori. Non necessariamente i genitori devono essere a carico fiscalmente (art. 15 TUIR comma 1 lett. I-septies).
Oltre alla detrazione per le spese sostenute per l’assistenza ad anziani è possibile portare in deduzioni dal reddito, nel 730 o modello Unico, i contributi previdenziali pagati per colf, baby sitter, assistente personale anziani, ecc.

Detrazioni per assistenza ad anziani: costo e detrazioni

Per poter usufruire della detrazione è necessario che nel soggetto assistito, sussista una condizione di “non autosufficienza” al compimento degli atti della vita quotidiana. Sono considerati soggetti non autosufficienti, tutti coloro che non riescono nel compimento degli atti della vita quotidiana, ed esattamente tutti i soggetti che sono incapaci di svolgere almeno una delle seguenti attività: assunzione di alimenti; espletamento delle funzioni fisiologiche e dell’igiene personale; deambulazione; indossare gli indumenti. (Circolare dell’Agenzia delle Entrate n. 2/E/2005)

Detrazioni per assistenza ad anziani: limiti

E’ possibile usufruire della detrazione per le spese sostenute per assistenza ad anziani, solo se il soggetto che sostiene la spese non abbia conseguito un reddito superiore a 40.000 euro. In tale reddito vanno inclusi anche i redditi di fabbricati assoggettati a cedolare secca sulle locazioni. L’importo massimo di spesa detraibile è pari a 2.100 euro, per singolo contribuente, indipendentemente dal numero di persone a cui si riferisce l’assistenza.

In riferimento alla deduzione dei contributi, questi sono deducibili fino ad un importo massimo di 1.549.37 euro.


In conclusione è possibile usufruire sia della detrazione IRPEF per le spese sostenute per assistenza personale di anziani, sia la deduzione dei contributi versati.

Argomenti: ,