Assicurazione auto 2016: sconti e novità sui premi

Assicurazione auto: sconti e novità. Cosa cambia dal 2016 per le polizze e i testimoni in caso di incidenti

di Alessandra De Angelis, pubblicato il
Assicurazione auto: sconti e novità. Cosa cambia dal 2016 per le polizze e i testimoni in caso di incidenti

Novità in arrivo sui premi per l’assicurazione auto dal 2016 e sulle regole per la stipula della polizza RC: sono quelle previste nel disegno di legge sulla concorrenza che, nei giorni scorsi, ha iniziato l’iter per l’approvazione alla Camera. Tra le novità più importanti gli sconti obbligatori sull’assicurazione del veicolo in alcune specifiche circostanze. Quali sono? Analizziamo insieme che cosa cambierà per agenzie di assicurazione auto e automobilisti assicurati dall’anno prossimo.    

RC auto 2016: sconti obbligatori sulle polizze

Nel disegno di legge sono elencate alcune circostanze che determinano obbligatoriamente lo sconto sull’assicurazione auto. In particolare se l’automobilista contraente accetta l’ispezione preventiva della macchina o l’installazione sul veicolo della scatola nera o dei rilevatori del tasso alcolemia, scatteranno sconti obbligatori sulla polizza non inferiori ad una percentuale minima che sarà stabilita annualmente dall’IVASS, Istituto per la Vigilanza tra le Assicurazioni. Premi assicurativi più bassi anche per chi ha intestate più polizze o per chi include nel contratto la clausola di guida esclusiva.

Preventivi assicurazioni auto: sconti e novità sui premi

Gli sconti, obbligatori e non, non sono l’unica novità contenuta nel disegno di legge sulle assicurazioni auto 2016. Tra le disposizioni più attese, e confermate, c’è il superamento delle disparità territoriali per i premi: gli automobilisti virtuosi che per cinque anni non fanno incidenti e che montano la scatola nera, potranno usufruire di un bonus per l’allineamento della polizza alla media nazionale. Questa clausola serve a superare le discriminazioni ai danni degli automobilisti accorti che vivono a Roma o Napoli ad esempio o in altre città considerate maggiormente a rischio di incidente stradale. Per i danni non patrimoniali di non lieve entità infine viene predisposta dal Governo una tabella unica che tiene conto anche dell’inflazione.

Frodi assicurative: pugno duro contro i dati falsi e testimoni di comodo

Misure importanti sono state approvate anche contro le frodi assicurative. In particolare si prevede nel disegno di legge che l’agenzia ha la facoltà di rifiutare la stipula della polizza qualora rilevi la trasmissione di dati falsi e non corrispondenti alla realtà. Anche la selezione dei testimoni in caso di incidenti diventa più rigida per evitare i cd testimoni di comodo: la presenza di persone che hanno assistito direttamente alla dinamica dell’incidente, deve risultare nella richiesta di risarcimento danni, nell’invito alla negoziazione assistita o nella richiesta di testimoni formale inviata tramite raccomandata A/R dall’agenzia assicurativa entro il termine massimo di sessanta giorni dalla denuncia del sinistro.

Riparazione post incidente: la scelta del carrozziere

Superato l’obbligo in capo all’automobilista vittima dell’incidente di riparare la vettura nella carrozzeria convenzionata con l’assicurazione. L’assicurato sarà quindi libero di scegliere il meccanico di fiducia. Ulteriori interventi semplificativi riguardano la rinuncia alla cessione del credito. Il principio della durata annuale della polizza RC auto e il divieto di rinnovo tacito si applicano, su richiesta del contraente, anche per contratti relativi a rischi accessori, come incendio e furto, qualora la copertura sia inclusa nello stesso contratto o con un contratto diverso ma stipulato contestualmente a quello principale.  

Condividi su
flipboard icon
Seguici su
flipboard icon
Argomenti: Assicurazione RC Auto