Assegno universale unico per i figli dal 2022, la rivoluzione per le politiche familiari

Un assegno universale unico per i figli dal 2022. Per far scattare nel nostro Paese, in tutto e per tutto, la rivoluzione per le politiche familiari. Ecco come punto per punto.

di , pubblicato il
Assegno universale unico per i figli dal 2022, la rivoluzione per le politiche familiari

Un assegno universale unico per i figli a partire dal 2022. Per far scattare nel nostro Paese, in tutto e per tutto, la rivoluzione per le politiche familiari. Dopo l’introduzione a titolo temporaneo, per il secondo semestre del 2021, dell’assegno temporaneo per i figli minori, infatti, manca ormai poco. Per l’approvazione definitiva da parte del Governo italiano della misura strutturale. Nel prossimo, o al più nel successivo Consiglio dei Ministri. In accordo con quanto è stato riportato da IlSole24Ore.com.

Rientrante nel disegno di legge Family Act, l’assegno universale unico per i figli a partire dal 2022 comporterà a carico dello Stato italiano una spesa che sfiorerà i 20 miliardi di euro annui. Ma che andrà a sostenere a largo raggio le politiche familiari. Come fino ad oggi mai è stato fatto nel nostro Paese. Dato che l’assegno sarà riconosciuto, nel rispetto delle condizioni e dei requisiti previsti, ai figli fino al compimento del 21esimo anno di età.

Assegno universale unico per i figli dal 2022, ecco la rivoluzione per le politiche familiari

L’importo dell’assegno universale unico per i figli a partire dal 2022, riconosciuto alle famiglie, crescerà in base al numero dei componenti del nucleo familiare. Ovverosia, in base al numero dei figli con importi maggiori riconosciuti ai figli minorenni. Inoltre, l’importo erogato sarà più alto quando l’ISEE è basso. Ragion per cui l’assegno sarà commisurato anche al reddito ed al patrimonio familiare.

Chiaramente, le famiglie che attualmente percepiscono l’assegno unico temporaneo INPS per i figli minori potranno accedere alla misura strutturale a partire dal prossimo anno. Resta da capire se bisognerà o meno presentare una nuova domanda.

O se basterà, per queste famiglie, solo aggiornare l’ISEE. Visto che quello corrente scadrà in ogni caso il 31 dicembre del 2021.

Per la misura strutturale si attende a breve l’approvazione in Consiglio dei Ministri

L’approvazione in Consiglio dei Ministri è tra l’altro solo uno dei primi passi per l’approvazione definitiva dell’assegno universale unico per i figli a partire dal 2022. In quanto la misura dovrà passare sia all’esame da parte del commissioni parlamentari competenti. Sia da parte della Conferenza unificata.

Argomenti: ,