Assegno unico, come controllare se la domanda è accolta

In attesa dei primi pagamenti dell'assegno unico figli il richiedente può controllare lo stato della domanda

di , pubblicato il
Assegno unico, come controllare se la domanda è accolta

I primi pagamenti dell’assegno unico avverranno tra il 15 marzo 2022 ed il 21 marzo 2022. La finestra temporale interessa coloro che hanno presentato domanda a gennaio e febbraio. Coloro che, invece, devono ancora presentare domanda avranno il pagamento a decorrere dalla fine del mese successivo alla presentazione della richiesta stessa.

La domanda ha validità annuale e l’assegno ha decorrenza da marzo a febbraio dell’anno successivo. Le regole da tener ben in mente sono le seguenti:

  • per le domande presentate a gennaio e febbraio, l’assegno sarà corrisposto a partire dal mese di marzo
  • in caso di domande presentate dal 1° maro al 30 giugno, l’assegno unico spetta, comunque, a partire dal mese di marzo (quindi, sono pagati anche gli arretrati)
  • per le domande presentate dopo il 30 giugno, l’assegno decorre dal mese successivo a quello di presentazione della richiesta (quindi si perdono gli arretrati).

Come controllare lo stato della domanda assegno unico

Una volta presentata la domanda il contribuente può controllare lo stato della stessa accedendo direttamente al servizio online dell’INPS dedicato all’assegno unico.

Per l’accesso servono credenziali SPID, CIE o CNS. Una volta autenticati è sufficiente cliccare sulla voce “Consulta e gestisci domande che hai presentato“. Tre sono i possibili stati in cui può trovarsi la richiesta, ossia:

  • Accolta
  • Respinta
  • In fase di istruttoria.

Per completezza informativa ricordiamo che la domanda assegno unico può essere presentata direttamente dal cittadino, tramite il citato servizio gratuito online dell’INPS (autenticandosi con una delle menzionate credenziali). In alternativa, è ammesso presentare richiesta anche rivolgendosi ad enti di patronato oppure chiamando al call center numero verde 803.164 (gratuito da rete fissa) o numero 06 164 164 (da rete mobile a pagamento, in base alla tariffa applicata dai diversi gestori).

Potrebbero anche interessarti:

Argomenti: ,