Assegno sociale: quali sono i requisiti reddituali per richiederlo?

Quando spetta l'assegno sociale? Requisiti anagrafici e reddituali per poter essere soggetti all'erogazione della cosiddetta pensione sociale.

di , pubblicato il
Quando spetta l'assegno sociale? Requisiti anagrafici e reddituali per poter essere soggetti all'erogazione della cosiddetta pensione sociale.

Gentile Signora Patrizia, le scrivo per conto ed a nome di mia moglie, lei purtroppo e’ ammalata di tumore al 4 stadio ai polmoni con metastasi al cervello. Operata, e radiata, oggi combatte contro questo male, a lei gli e’ stata riconosciuta una pensione di invalidità  con accompagnamento essendo stata riconosciuta invalida al 100 per 100. Avendo noi un appartamento di proprieta’ donazione delle nostre tre figlie e dove noi abitiamo, avendo un reddito io da pensione di anzianità di 21000 euro circa , le chiedo essendo nata lei nel 1954, le spetta l’assegno sociale? Se si quanto? La ringrazio per la sua risposta gradita e la saluto caramente.

L’assegno sociale è una prestazione economica, erogata a domanda, dedicata ai cittadini italiani e stranieri in condizioni economiche disagiate e con redditi inferiori alle soglie previste annualmente dalla legge.

Requisiti assegno sociale

A decorrere dal 1° gennaio 2019, per ottenere l’assegno, tutti i cittadini italiani e stranieri devono soddisfare i seguenti requisiti:

  • 67 anni di età;
  • stato di bisogno economico;
  • cittadinanza italiana;
  • residenza effettiva, stabile e continuativa per almeno dieci anni nel territorio nazionale.

Requisiti reddituali assegno sociale

L’assegno sociale viene infatti liquidato in misura intera solo se non si possiede alcun reddito.

Per i soggetti coniugati il limite di reddito familiare che consente di fruire l’importo pieno dell’assegno sociale è di 5.953,87 euro ma fino a 11.907,74 euro di redditi cumulativi tra propri e del coniuge è possibile fruire di un assegno sociale parziale.

In conclusione

Sua moglie, pur versando in uno stato di salute molto grave, non ha ancora compiuto i 67 anni e già per questo non potrebbe percepire l’assegno sociale. Lei, poi, con la sua pensione di anzianità percepisce quasi il doppio di quanto stabilito dalla legge come limite massimo per la fruizione dell’assegno sociale parziale. In ogni caso, quindi, a sua moglie, che già percepisce la pensione di invalidità e l’accompagno, non spetterebbe.

L’assegno sociale è una misura che viene erogata soltanto a coloro che non hanno redditi e non riescono a vivere dignitosamente proprio perché non possiedono nulla.

Non voglio insinuare che voi viviate nella ricchezza perché suppongo che affrontare la malattia di sua moglie sia oltre che costoso anche molto difficile, ma lo Stato vi aiuta già con la pensione di invalidità e con l’accompagnamento. Mi dispiace dover dire che non vi spetta null’altro.

Se hai domande o dubbi, contattami: [email protected]
“Visto il sempre crescente numero di persone che ci scrivono vi chiediamo di avere pazienza per la risposta, risponderemo a tutti.
Non si forniscono risposte in privato.”

Condividi su
flipboard icon
Seguici su
flipboard icon
Argomenti: , , ,