Assegno di ricollocazione 2017: come richiederlo e chi può averlo

L’assegno di ricollocazione, introdotto per agevolare coloro che hanno perso il lavoro e percepiscono la Naspi nella ricerca di un nuovo impiego  può essere richiesto da coloro che sono disoccupati da oltre 4 mesi. L’assegno di ricollocazione consiste in un voucher, il cui importo varia fino a 5mila euro, che viene erogato in base all’occupabilità […]

di , pubblicato il

L’assegno di ricollocazione, introdotto per agevolare coloro che hanno perso il lavoro e percepiscono la Naspi nella ricerca di un nuovo impiego  può essere richiesto da coloro che sono disoccupati da oltre 4 mesi.

L’assegno di ricollocazione consiste in un voucher, il cui importo varia fino a 5mila euro, che viene erogato in base all’occupabilità del profilo professionale del richiedente e che può essere speso per la formazione professionale presso centri per l’impiego o agenzie private accreditare allo scopo di agevolare il disoccupato nel reinserimento nel mondo del lavoro.

Per il biennio 2016/2017 la dotazione per l’assegno di ricollocazione è di 200milioni di euro, ma è bene capire che i voucher saranno versati solo nel momento in cui il disoccupato sarà reinserito nel mondo del lavoro con successo

In via sperimentale l’iniziativa coinvolgerà dalle 20mila alle 40mila persone estendendosi, il prossimo anno, a 800mila persone. Le prime lettere per accedere alla prima selezione dei disoccupati saranno recapitate entro la fine dell’anno. A partire, invece, dal prossimo anno potranno fare richiesta dell’assegno di ricollocazione tutti i disoccupati da almeno 4 mesi percettori di Naspi. La durata del voucher è di 6 mesi prorogabili per ulteriori 6 mesi se il disoccupato non è riuscito a trovare lavoro nel primo semestre.

Argomenti: ,