Assegno ordinario di Invalidità: quando si trasforma in pensione di vecchiaia?

Entro quanto tempo l'assegno ordinario di invalidità si trasforma in pensione di vecchiaia?

di Patrizia Del Pidio, pubblicato il
Pensione usurante la certificazione
Gent.ma Patrizia Del Pidio,
sono un ex lavoratore dipendente (Settore Privato).
Dopo circa 34 anni di lavoro (e versamenti di contributi) nel 2009 con accordi aziendali ho risolto il mio rapporto di lavoro andando in pensione definitivamente.
Ad oggi ho un età anagrafica di anni 67 e 2 mesi con circa 34 anni di versamenti.
La domanda è: quando e come la mia pensione di invalidità (IO) verrà trasformata in pensione di vecchiaia?
Il mio assegno attuale LORDO è di circa Euro 2400,oo (netti Euro 1900,00).
Ma soprattutto chiedo, nella trasformazione può capitare che la pensione venga abbassata per qualsiasi motivo?
Ringrazio anticipatamente per una Vostra cortese risposta.

Di solito l’assegno ordinario di invalidità si trasforma automaticamente in pensione di vecchiaia quando l’Inps verifica la sussistenza dei requisiti contributivi ed anagrafici: 66 anni e 7 mesi nel 2018 unitamente a 20 anni di contributi versati.

Se ciò non accade deve essere presentata apposita domanda entro 120 giorni dal raggiungimento dei requisiti previsti. Avendo lei 67 anni e 2 mesi avrebbe già dovuto presentare tale domanda di trasformazione e, quindi, la invito a presentarla all’Inps quanto prima.

Per quanto riguarda il suo quesito sull’importo della pensione di vecchiaia la rassicuro: l’importo della pensione trasformata da assegno ordinario di invalidità in pensione di vecchiaia non potrà essere inferiore a quello dell’assegno in pagamento al momento della trasformazione. In ottemperanza alla previsione legislativa, l’importo della pensione di vecchiaia calcolato secondo le norme comuni, deve essere posto a raffronto con l’importo dell’assegno in pagamento alla data di compimento dell’età pensionabile (o del conseguimento dei requisiti di assicurazione e di contribuzione se posteriore), mettendo in pagamento, a titolo di pensione di vecchiaia, il maggiore dei due importi.

Se hai domande o dubbi, contattami: [email protected]

“Visto il sempre crescente numero di persone che ci scrivono vi chiediamo di avere pazienza per la risposta, risponderemo a tutti”

 

Condividi su
flipboard icon
Seguici su
flipboard icon
Argomenti: Lettere, News pensioni, Assegno invalidità, Pensione vecchiaia