Assegno di invalidità spetta anche se si va in pensione?

L'assegno di invalidità viene erogato anche una volta che si accede alla pensione?

di Patrizia Del Pidio, pubblicato il
assegno di invalidità

Una nostra lettrice ci chiede se l’assegno di invalidità spetta anche se si va in pensione. A questa domanda rispondiamo facendo una panoramica generale su quello che è l’assegno di invalidità ordinaria e cercando di capire quando viene erogato.

Secondo l’articolo 1 comma 10 della legge 222/1984, l’assegno ordinario di invalidità si trasforma automaticamente in pensione di vecchiaia al compimento dell’età per accedere alla prestazione previdenziale (ad oggi sono richiesti 66 anni e 7 mesi) ed in presenza dei contributi richiesti per l’accesso.

Per la trasformazione non è necessario, quindi, presentare una domanda ma sarà l’Inps in automatico a provvedere, verificando l’esistenza del requisito anagrafico e di quello contributivo. Per quel che riguarda il requisito contributivo si ricorda che i periodi di godimento dell’assegno di invalidità sono considerati utili ai fini del perfezionamento del diritto alla pensione di vecchiaia anche se non saranno calcolati nella sua misura (utili al conteggio degli anni, quindi, ma non dell’importo dell’assegno).

La risposta alla domanda della nostra lettrice, quindi, è sicuramente no, non è possibile continuare a fruire dell’assegno di invalidità anche dopo essere andati in pensione poiché si tratta di  una prestazione economica erogata ai lavoratori la cui capacità lavorativa è ridotta a meno di un terzo a causa di infermità fisica o mentale.

Per dubbi e domande contattami: [email protected]

 

Condividi su
flipboard icon
Seguici su
flipboard icon
Argomenti: Lettere, Welfare e previdenza, Assegno invalidità