Assegni senza clausola di non trasferibilità: torna il bluff sanatoria?

Assegni non trasferibili senza clausola e maxi sanzioni: quali interrogazioni sono in attesa di risposta, possibili esiti e proposta sanatoria rispolverata. Aggiornamenti sulla vicenda.

di Alessandra De Angelis, pubblicato il
Assegni non trasferibili senza clausola e maxi sanzioni: quali interrogazioni sono in attesa di risposta, possibili esiti e proposta sanatoria rispolverata. Aggiornamenti sulla vicenda.

Continuano a giungere in redazione segnalazioni sulla vicenda dei maxi sanzionati per gli assegni senza clausola di non trasferibilità e, come da impegno promesso, continuiamo a seguire la questione per capire se ci saranno sviluppi a breve. Ecco gli ultimi aggiornamenti sul fronte maxi sanzionati per assegni senza clausola di non trasferibilità.

Chi non avesse finora seguita la vicenda può leggere qui quanto successo. L’ultimo step era stata la bocciatura della sanatoria, notizia che le vittime di questa situazione avevano in realtà accettato di buon grado perché la speranza concreta è quella di vedere annullata una sanzione ritenuta ingiusta. Accontentarsi della sanatoria sarebbe stato, in un certo senso, ammettere una colpa e accettare di pagare meno.

Assegni senza clausola di non trasferibilità: le interrogazioni pendenti

Lo scorso 12 luglio, è stata presentata una nuova interrogazione presso la VI Commissione (Finanze) della Camera con la quale “si chiede al Governo di valutare una modifica normativa, intesa a modificare il sistema nel senso di reintrodurre con effetto retroattivo i criteri di proporzionalità e intenzionalità”; in risposta il Sottosegretario all’Economia e alle Finanze, Alessio Mattia Villarosa, ha fatto sapere che il Ministero dell’Economia e delle Finanze aveva già messo a punto una proposta di emendamento stato inserito nello schema di Decreto Legislativo redatto per il recepimento della direttiva (UE) 2016/2258 (cosiddetto DAC 5), e che “si fa riserva di utilizzare il primo strumento utile per rimediare alle problematiche evidenziate”.
Alla Camera è ancora pendente una simile interrogazione (4/00075 del 2/5/18) rivolta al Ministero dell’Economia e delle Finanze, firmata da numerosi deputati.

Il Governo, come si legge in una nota Aduc, si è impegnato ad intervenire per cercare una soluzione definitiva al problema e quindi ci si può auspicare una svolta in tempi relativamente brevi.

Maxi sanzioni assegni non trasferibili senza clausola: rispunta l’ipotesi sanatoria

Intanto, come si può leggere sulla pagina Facebook Maxi sanzionati assegni non trasferibili, è notizia di ieri, 1 agosto 2018, che “il MEF è in procinto di emanare una sanatoria. Il sottosegretario Alessio Villarosa ricorderà che il precedente Governo tentò il bluff con la cosiddetta mal-sana-sanatoria.
Noi cittadini NON CHIEDIAMO SCONTI LADDOVE C’È STATO L’ILLECITO SOSTANZIALE, bensì PRETENDIAMO L’ANNULLAMENTO NEI CASI DI MERA FORMALITÀ, come stabilito dal MEF con vademecum del 13/03/18 “sulla base delle giustificazioni prodotte dall’interessato, l’Ufficio può emanare un provvedimento di proscioglimento e quindi non comminare alcuna sanzione”.

Condividi su
flipboard icon
Seguici su
flipboard icon
Argomenti: Normativa e Prassi, Multe