Assegni familiari e di maternità 2018, importi aggiornati: cosa dice la circolare

Assegni familiari e di maternità 2018: importi rivalutati. Ecco quanto sarà corrisposto e quali sono le soglie di reddito Isee per averne diritto.

di , pubblicato il
Assegni familiari e di maternità 2018: importi rivalutati. Ecco quanto sarà corrisposto e quali sono le soglie di reddito Isee per averne diritto.

Ci hanno scritto molti utenti per avere maggiori info sugli importi degli assegni familiari e di maternità 2018, come da rivalutazione annuale divulgata su circolare Inps. A quanto ammontano quindi gli importi degli assegni familiari e di maternità 2018? Le nuove cifre e soglie di accesso erano state anticipate in Gazzetta Ufficiale numero 36 il 19 febbraio scorso.

Ora è arrivata anche la circolare Inps.

Assegni di maternità e familiari 2018: importi aggiornati e requisiti Isee

Nello specifico:

• 42,85 euro al mese, per 13 mensilità, per l’assegno per il nucleo familiare erogato dai Comuni; per Isee non superiore a 6.793,06 euro (con Isee al di sotto di 8.650,11 euro si può ottenere la prestazione in misura parziale);
• 713,1 euro per l’assegno di maternità riconosciuto dai Comuni (pari a 342,62 euro per 5 mensilità); il valore massimo dell’Isee per avere diritto alla prestazione è pari a 17.141,45 euro.

Gli assegni di maternità 2018 fanno registrare quindi una rivalutazione Istat rispetto allo scorso anno pari all’1,1%. Oltre all’importo spettante è stato quindi aggiornato anche il requisito Isee per l’accesso alle prestazioni, fermo restando gli altri requisiti.

Aumentano dello stesso indice Istat anche gli assegni dei Comuni, che vanno ad integrare gli assegni familiari.

Nel 2018 l’assegno familiare del Comune sarà erogato a nuclei familiari con redditi dichiarati  non superiori ad un valore ISEE di 8.650,11 euro e sarà corrisposto in misura totale se l’Isee del beneficiario non supera 6.793,06 euro.

Parliamo quindi di 142,85 euro mensili per 13 mensilità. Il pagamento sarà effettuato dall’Inps con cadenza semestrale posticipata (entro il 15 luglio e il 15 gennaio) sulla base dei dati comunicati dai Comuni almeno 45 giorni prima della scadenza del semestre.

I richiedenti sono tenuti a presentare la domanda entro il 31 gennaio dell’anno successivo a quello per il quale viene richiesto l’Assegno.

Per il testo completo della Circolare Inps sugli importi assegni familiari e di maternità 2018 aggiornati clicca sulla circolare Inps per assegni familiari e di maternità 2018. Per maggiori info su assegni familiari, assegni dei Comuni e assegni di maternità 2018 non esitare a scrivere alla redazione di Investire Oggi: [email protected]

Stiamo ricevendo molte richieste di consulenza quindi ti chiediamo di pazientare: risponderemo a tutti i lettori il prima possibile.

Argomenti: , ,