Aspi, obbligatoria la dichiarazione di disoccupazione. Ecco cosa sapere

Il lavoratore può presentare direttamente all'Inps la dichiarazione di disoccupazione al momento in cui richiede l'indennità AsPi, secondo la legge di riforma del lavoro Fornero

di , pubblicato il
Il lavoratore può presentare direttamente all'Inps la dichiarazione di disoccupazione al momento in cui richiede l'indennità AsPi, secondo la legge di riforma del lavoro Fornero

 Stato di disoccupazione e dichiarazione di immediata disponibilità a lavorare è una dichiarazione necessaria da rilasciare al Centro per l’impiego dal lavoratore per poter godere dell’indennità di disoccupazione, l’AsPi e la mini AsPi, secondo le ultime novità della riforma del lavoro Fornero.

 Stato disoccupazione: la dichiarazione del lavoratore

 Sussidio di disoccupazione AsPi erogabile presentando la dichiarazione di immediata disponibilità lavorativa, ossia lo stato di disoccupazione involontaria, al Centro per l’Impiego del domicilio del lavoratore. E’ questa una delle condizioni imprescindibili per avere l’indennità di disoccupazione, sui cui ora fornisce chiarimenti l’Inps con la circolare n. 154 del 28 ottobre 2013.

 Status di dichiarazione: la novità nella legge n. 92 del 2012

 E’ stata la legge di riforma del mercato del lavoro, la legge n. 92 del 2012 a prevedere la facoltà, in capo al lavoratore disoccupato, di rilasciare all’INPS la dichiarazione di immediata disponibilità al lavoro, al momento della presentazione della domanda di indennità di disoccupazione ASpI. E’ l’Inps quindi che deve ricevere e, successivamente, mettere a disposizione dei Centri per l’impiego territorialmente competenti in base al domicilio, le dichiarazioni dei richiedenti l’ASpI o mini-ASpI. Una rivoluzione improntata alla semplificazione.

 Dichiarazione di disoccupazione: la circolare Inps del 28.10.2013

 Nella suddetta circolare, l’Inps fornisce precisazioni sulla procedura per il rilascio della dichiarazione di stato di disoccupazione e di immediata disponibilità lavorativa dai parte dei lavoratori. In particolare si prevede che il rilascio all’Inps di tale dichiarazione sarà  comunicato ai Servizi Competenti territorialmente (in base al domicilio) e a tutti i soggetti istituzionali coinvolti nella costituzione della nuova Banca Dati delle Politiche Attive e Passive, attraverso le seguenti modalità:

  • consultazione ed export tramite il Sistema Informativo dei Percettori;
  • fornitura delle dichiarazioni pervenute attraverso appositi servizi in Cooperazione Applicativa (applicabile per quei Soggetti che abbiano stipulato protocollo di cooperazione con l’Istituto).

[fumettoforumright]

Nella circolare del 18 ottobre 2013, l’istituto nazionale di previdenza sociale ricorda anche che l’accertamento dello status di disoccupato e la verifica della conservazione dello stesso non possono essere controllati e accertati dallo stesso Istituto con i dati in suo possesso, ma rimangono di competenza dei Centri per l’Impiego.

Sono tali centri che devono comunicare tempestivamente gli eventi che determinano la decadenza dalla prestazione.

Condividi su
flipboard icon
Seguici su
flipboard icon
Argomenti:

I commenti sono chiusi.