Aspi in vigore, contributi in aumento sulle buste paga

In aumento i contributi Inps a carico del datore che si riversano ovviamente sul lavoratore per il finanziamento della nuova indennità di disoccupazione, l'Aspi

di , pubblicato il
In aumento i contributi Inps a carico del datore che si riversano ovviamente sul lavoratore per il finanziamento della nuova indennità di disoccupazione, l'Aspi
Aumentano i contributi a carico del datore per il finanziamento dell’Aspi

Aspi, la nuova indennità di disoccupazione, in vigore dal 1 gennaio 2013, per effetto della riforma Fornero, farà rincarare i contributi Inps che versano i datori di lavoro per i lavoratori e si faranno sentire con tutta probabilità già con lo stipendio di gennaio.

 Aspi: quanto costerà?

 L’Aspi sostituisce le preesistenti indennità di disoccupazione, dando così vita ad una innovativa riforma degli ammortizzatori sociali, voluta dal ministro del lavoro Elsa Fornero. Ma quanto ci costerà? Ebbene il conto è servito ai datori di lavoro che dovranno versare, entro il 16 febbraio prossimo, i contributi Inps sugli stipendi di gennaio con maggiorazioni di aliquote proprio per fronteggiare la nuova indennità di disoccupazione.

 Con l’Aspi aumentano i contributi

 Viene infatti esteso a tutti i datori di lavoro il pagamento dei contributi ordinati, anche per quei datori che prima ne erano esclusi. L’aliquota dei contributi ordinari che pagano i datori di lavoro sale così all’1,61% per finanziare la nuova indennità. A pagarli saranno ora anche i datori per gli apprendisti, anch’essi nel novero dei lavoratori interessati dalla nuova indennità di disoccupazione. Proprio per le collaborazioni a progetto, come per quelle coordinate e continuative, è stata aumentata l’aliquota Inps dovuta alla gestione separata, facendo registrare un + 2 per cento, fino a un massimo di 1.922,98 euro.

 

Sullo stesso argomento potrebbe interessarti:

Mini Aspi, la nuova indennità di disoccupazione debutta nel 2013

Aspi al debutto il 1 gennaio 2013.Chi la percepirà?

Argomenti: