ASDI: assegno disoccupazione 2015

Dopo la guida alla NASPI e alla DISC - COLL, facciamo il punto sul nuovo assegno di disoccupazione, l'ASDI in vigore dal 1 maggio 2015.

di , pubblicato il
Dopo la guida alla NASPI e alla DISC - COLL, facciamo il punto sul nuovo assegno di disoccupazione, l'ASDI in vigore dal 1 maggio 2015.

Oltre alla NASPI e alla DIS-COLL, è stata introdotta una nuova forma di indennità di disoccupazione, l’assegno ASDI: chi può chiederlo e come.

Indennità disoccupazione 2015

Il decreto legislativo 4 marzo 2015, n. 22 intitolato “Disposizioni per il riordino della normativa in materia di ammortizzatori sociali in caso di disoccupazione involontaria e di ricollocazione dei lavoratori disoccupati, in attuazione della legge 10 dicembre 2014, n.

183”, ha introdotto nuove indennità di disoccupazione:

  • Naspi in sostituzione di Aspi e mini Aspi
  • DIS-COLL in sostituzione dell’indennità una tantum per i co co pro.

  APPROFONDISCI –  NASPI 2015 | Guida alla nuova indennità di disoccupazioneDIS-COLL: indennità disoccupazione cocopro 2015. Guida completa  

ASDI (assegno disoccupazione 2015): soggetti beneficiari

Oltre a queste novità è stato introdotto anche l’ASDI, il nuovo assegno di disoccupazione.  A decorrere dal 1 maggio 2015 è istituito, in via sperimentale per l’anno  2015,  l’Assegno  di  disoccupazione  (ASDI),  avente  la funzione di fornire una tutela di sostegno al reddito  ai  lavoratori beneficiari della NASPI,  la nuova  prestazione  di  Assicurazione  Sociale  per l’Impiego (NASpI) che abbiano fruito di  questa per l’intera sua durata entro il 31 dicembre  2015,  siano  privi  di occupazione e si trovino in una condizione economica di bisogno. Nel  primo   anno   di   applicazione   gli   interventi   sono prioritariamente  riservati  a:

  • lavoratori  appartenenti  a   nuclei familiari con minorenni
  • lavoratori in età prossima  al pensionamento.

  Quindi in sostanza dal 2016 potranno ricevere l’ASDI, i  lavoratori disoccupati che:

  • abbiano fruito della NASpI per la sua intera durata senza trovare occupazione;
  • si trovino in condizioni economiche, verificabili tramite l’ISEE e definite attraverso un decreto del Ministero del Lavoro e del Ministro dell’Economia;
  • siano aderenti a un progetto personalizzato del centro per l’impiego.

 

 Durata e importo ASDI 2015

L’ASDI è erogato mensilmente per una durata massima di sei mesi ed è pari al 75 per cento dell’ultima indennità NASpI percepita, e, comunque, in misura non superiore all’ammontare dell’assegno sociale. Al fine di incentivare la ricerca attiva del  lavoro  i  redditi derivanti da nuova occupazione possono essere  parzialmente  cumulati con l’ASDI.

 Erogazione ASDI e Centri per l’impiego

Per poter ricevere l’ASDI occorre aderire ad un progetto personalizzato redatto dai competenti servizi per l’impiego, contenente specifici impegni in termini di ricerca attiva di  lavoro, disponibilità  a  partecipare  ad  iniziative  di   orientamento   e formazione,  accettazione  di  adeguate  proposte   di   lavoro.   La partecipazione   alle   iniziative   di   attivazione   proposte   è obbligatoria, pena la perdita del beneficio.

Argomenti: ,