Arriva la flat tax per i Paperoni: l’Italia strizza l’occhio agli stranieri

La flax tax per i Paperoni con cui l'Italia cerca di attrarre stranieri facoltosi in cambio di un gettone fiscale di ingresso per ogni periodo di imposta.

di , pubblicato il
La flax tax per i Paperoni con cui l'Italia cerca di attrarre stranieri facoltosi in cambio di un gettone fiscale di ingresso per ogni periodo di imposta.

Il Fisco italiano, attraverso la scelta di attivare una flax tax sui Paperoni l’Italia strizza l’occhio agli stranieri con alto patrimonio. Le istruzioni della flat tax sono state pubblicate dall’Agenzia delle Entrare volte ai facoltosi stranieri che intendono trasferire la propria residenza fiscale in Italia per beneficiare di una imposta sostitutiva sui redditi prodotti all’estero agevolata.

Interessati dalla novità circa un migliaio di soggetti  al momenti interessati dalla Brexit, come ad esempio cantanti e calciatori.

L’agevolazione riguarderà, però, soltanto soggetti residenti all’estero da almeno 9 periodi di imposta negli ultimi 10 anni, in questo modo, quindi, si punta soltanto agli stranieri tenendo fuori dall’agevolazione tutti gli italiani che si sono trasferiti, negli ultimi anni, all’estero.

Flax tax: a chi conviene?

La flax tax conviene principalmente agli stranieri con ingenti patrimoni e redditi perchè permetterà loro di benefici fiscali. A trarre convenienza della nuova agevolazione anche i beneficiari di buoni patrimoni con famiglie numerose poichè l’agevolazione fiscale riguarda anche i familiari pagando un gettone fiscale di 25mila euro. L’opzione, introdotta con la Legge di bilancio 2017, prevede il pagamento di un’imposta forfettaria di 100mila euro per ciascun periodo d’imposta per cui viene esercitata al fine di attrarre ed incentivare il trasferimento della residenza nel nostro Paese degli High net worth individual, ossia delle persone con un alto patrimonio. Con il provvedimento del direttore dell’Agenzia delle entrate è stato anche approvato il modello di check list da allegare all’istanza di interpello che consente una valutazione preventiva dell’amministrazione finanziaria sull’ammissibilità al regime di favore» spiega l’Agenza delle Entrate.

Argomenti: ,