Apprendistato: potrà essere stipulato per assumere senza vincoli di età

Cosa cambia per datori di lavoro e per i giovani con il nuovo contratto di apprendistato?

di Patrizia Del Pidio, pubblicato il
Cosa cambia per datori di lavoro e per i giovani con il nuovo contratto di apprendistato?

Per permettere ai giovani in cerca di una occupazione qualche possibilità in più di poter entrare nel mondo del lavoro il decreto legislativo 81/2015 entrato in vigore lo scorso 25 giugno ha apportato delle modifiche al contratto di apprendistato. Originariamente il contratto di apprendistato è rivolto a giovani con età compresa tra 15 e  29 per permettere loro di acquisire qualifiche professionali con fasi di insegnamento pratico e tecnico professionale. Le novità introdotte dal Jobs Act nell’apprendistato riguardano principalmente l’apprendistato per la qualifica ed il diploma. Tale tipo di apprendistato, pur se non ha visto importanti modifiche per quel che riguarda i termini di regolazione del contratto, permette ora di assumere senza limiti di età. I lavoratori, inoltre potranno beneficiare sia di indennità di mobilità che di un trattamento di disoccupazione. In questo modo la riforma pone le basi di un sistema duale che permette di conseguire titoli anche attraverso l’apprendimento all’interno dell’impresa. Questa potrebbe essere la modifica più importante del contratto di apprendistato perché permetterà ai giovani di acquisire anche nuovi titoli. Il datore di lavoro, in questo modo, potrà decidere di assumere anche un giovane studente stipulando con l’istituzione formativa presso quale è iscritto il protocollo per la formazione in azienda. In cambio del lavoro svolto in azienda lo studente avrà crediti formativi per ottenere un titolo formativo. Il datore di lavoro potrà beneficiare di alcuni incentivi all&rsquo

Condividi su
flipboard icon
Seguici su
flipboard icon
Argomenti: Tasse aziende, Lavoro e Contratti