Ape volontario e Ape aziendale: chi paga il costo della pensione anticipata?

Può essere l'azienda a pagare il costo del prestito pensionistico in caso di APE volontario? Come funziona il cd APE aziendale

di , pubblicato il
Può essere l'azienda a pagare il costo del prestito pensionistico in caso di APE volontario? Come funziona il cd APE aziendale

L’Ape volontario, come abbiamo visto più volte, prevede un costo che si traduce in una penalizzazione sull’assegno mensile. Ma è l’azienda a farsi carico degli interessi sul prestito per l’anticipo pensionistico o pesa tutto sul lavoratore?

Partiamo dal ricordare i requisiti anagrafici per l’Ape volontario: anche se non è stato anche pubblicato il decreto attuativo, sappiamo che la riforma prevede che il lavoratore deve aver compiuto 63 anni e aver versato almeno 20 anni di contributi.

Ape aziendale e iso pensione: costi

Per l’azienda l’APE volontario sembra essere più conveniente dell’ISO pensione ex legge Fornero.

Mettendo a confronto i costi per l’azienda:

L’Iso pensione prevede:

  • assegno prepensionamento da 4 anni prima, fino all’età per la pensione di vecchiaia o anticipata, soggetto a IRPEF
  • contributi figurativi sullo stesso periodo, ai fine della pensione definitiva
  • non c’è perequazione automatica
  • tredicesima mensilità

In caso di Ape aziendale è previsto:

  • contributo una tantum entro un mese dall’uscita dal lavoro  correlato alla retribuzione dell’ultimo anno e all’entità dell’anticipo ( massimo 3 anni e 7 mesi)
  • contribuzione figurativa aggiuntiva

Leggi anche:

Simulatore online costi APE volontario: come funziona

Costi APE: interessi e assicurazione

Condividi su
flipboard icon
Seguici su
flipboard icon
Argomenti: ,