Anticipo TFR, la motivazione può essere retroattiva?

Anticipo TFR del 70%, si può chiedere anche se la spesa è stata sostenuta nel 2017?

di Angelina Tortora, pubblicato il
tfr
Gent.le Dott. Tortora, ho un quesito da porle per quanto riguarda l’anticipo del TFR. Da dicembre 2018, maturo gli 8 anni di anzianità nell’azienda dove lavoro. E’ possibile chiedere l’anticipo del TFR per acquisto della prima casa avvenuta a luglio 2017?
Grazie.

Anticipo TFR in cosa consiste

Il lavoratore può fare richiesta di un anticipo del TFR giustificandone la motivazione. La richiesta di anticipo è giustificata nei seguenti casi:
  • necessità di eventuali spese sanitarie per terapie e interventi straordinari riconosciuti dalle competenti strutture pubbliche;
  • acquisto della prima casa di abitazione per sé o per i figli, documentato con atto notarile.

L’anticipo va richiesto alla propria azienda e corrisponde in un anticipo del Trattamento di fine rapporto (TFR) a patto che abbia almeno 8 anni di anzianità di servizio presso la stessa azienda. Nel corso dello stesso rapporto di lavoro, l’anticipo del Trf può essere richiesto una sola volta e non può essere superiore al 70% di quanto maturato e solo se sussiste uno stato di necessità per acquisto prima casa per se o per i propri figli o in caso di spese mediche, terapie o interventi straordinari.

Senza ulteriori motivazioni, inoltre, può essere richiesto l’anticipo del TFR per un massimo del 30% di quanto maturato, anche se non sussistono stati di necessità: in questo caso l’anticipo è concesso in deroga e solo nel caso ci si metta d’accordo con il datore di lavoro che, quindi, potrebbe anche negare l’anticipo.

In aziende con meno di 25 dipendenti l’anticipo non può essere richiesto ed è inoltre un istituto dedicato solo e soltanto ai lavoratori del settore privato.

Conclusioni

A mio avviso lei può fare richiesta dell’anticipo del Tfr per l’acquisto della prima casa, anche se l’atto d’acquisto è del 2017, la giustificazione è la conseguenza alle spese sostenute.

Va considerato, che la richiesta di anticipo TFR, può essere rifiutata dal datore di lavoro.

Se hai domande o dubbi, contattami: [email protected]

Condividi su
flipboard icon
Seguici su
flipboard icon
Argomenti: Quesiti TFR, News lavoro, Trattamento di fine rapporto - TFR