Anticipo pensione integrativa ai disoccupati: ecco quando

Ecco cosa cambia con l'articolo 15 del DDL Concorrenza.

di Patrizia Del Pidio, pubblicato il
Ecco cosa cambia con l'articolo 15 del DDL Concorrenza.

L’articolo 15 del Ddl Concorrenza prevede la possibilità, in relazione alla portabilità dei fondi pensione, di un diritto all’anticipo della pensione integrativa dopo 24 mesi di disoccupazione, dimezzando i tempi degli attuali 48 mesi per lavoratori cui mancano meno di 5 anni al pensionamento.   L’articolo in questione porta anche una limitazione alla portabilità chiudendo la possibilità di raccogliere adesioni fra lavoratori di categorie diverse per i fondi chiusi.   Vediamo quali sono le caratteristiche fondamentali della portabilità dei fondi pensioni:

  • anticipo a 24 mesi per l’accesso all’anticipo della pensione integrativo dei lavoratori disoccupati cui mancano meno di 5 anni alla pensione
  • la riforma delle forme pensionistiche complementari sarà avviata da uno specifico tavolo di consultazione a cui parteciperanno sindacati e imprenditori
  • No alla portabilità fra i fondi pensione, quindi il dipendente non potrà destinare il TFR a carico del datore di lavoro a un fondo pensione diverso da quello previsto dal contratti collettivi aziendali
  • Riscatto della posizione contributiva è possibile anche in presenza della perdita dei requisiti di partecipazione al fondo per cause diverse dalla cessazione del lavoro.
Condividi su
flipboard icon
Seguici su
flipboard icon
Argomenti: Welfare e previdenza

I commenti sono chiusi.