Annunci di lavoro: 5 errori che fanno saltare il colloquio

Hai risposto a diversi annunci di lavoro ma nessun esaminatore sembra interessato al tuo curriculum? Forse hai commesso uno di questi errori gravi nella candidatura

di Alessandra De Angelis, pubblicato il
Hai risposto a diversi annunci di lavoro ma nessun esaminatore sembra interessato al tuo curriculum? Forse hai commesso uno di questi errori gravi nella candidatura

Chi è in cerca di lavoro consulta annunci sui giornali e online e spesso invia la candidatura e il curriculum a più selezionatori. Quando il telefono non squilla e non si viene neppure contattati per il colloquio di lavoro la frustrazione è legittima. Va detto in primis che purtroppo esistono annunci di lavoro finti che rappresentano specchietti per le allodole e che vengono pubblicati per le ragioni più disparate che esulano da questa sede. A volte però la colpa è del candidato che, per diversi motivi, non si presenta bene. Tenete presente che, soprattutto in tempo di crisi occupazionale, a candidarvi per una posizione aperta non siete di certo gli unici quindi è bene distinguersi dalla concorrenza ma soprattutto evitare passi falsi. Nelle prossime pagine vedremo almeno cinque errori che possono costare la possibilità di essere chiamati per il colloquio di lavoro.

Scrittura del cv: gli errori da evitare

Ovviamente un cv deve essere prima di tutto scritto correttamente in italiano e non presentare errori grammaticali ma neppure refusi. Può sembrare una precisazione banale ma, stando a quanto riportano le agenzie di selezione del personale, non lo è affatto. Leggi come scrivere un curriculum: quali esperienze inserire Un curriculum con errori è indice di disattenzione e trascuratezza e sono due caratteristiche che di certo non attirano i selezionatori delle risorse umane. Prima di inviare il cv quindi prendetevi sempre qualche minuto per rileggere con attenzione quello che riporta. Anche l’impaginazione del cv è importante: la suddivisione in paragrafi ad esempio è utile per l’intervistatore perché facilita la lettura. Chi ha tanti cv da leggere difficilmente avrà molto tempo da dedicare ad ogni singolo candidato quindi è bene puntare sulle parole chiave da evidenziare in grassetto. Il consiglio è quello di scaricare online un template per il curriculum.

Risposta all’annuncio di lavoro generica

Proprio perché spesso chi cerca lavoro risponde a più annunci di lavoro contemporaneamente, cosa comprensibile e più che legittima, corre l’errore di inviare la stessa candidatura a tutti i selezionatori, senza alcun riferimento specifico alla posizione o all’azienda. In questo modo inevitabilmente la presentazione sarà anonima. Questa scelta, molto comune, indica però poco interesse nella selezione degli annunci. Fare un breve riferimento specifico è ben visto e aiuta anche a voi a ricordarvi di quale annuncio di lavoro si tratta nel caso in cui vi contattino per un colloquio conoscitivo. Non è carino rispondere ad una proposta di lavoro chiedendo di quale annuncio si tratta perché non lo ricordate, soprattutto se non è passato molto tempo dalla pubblicazione dell’offerta. Bastano peraltro due righe per dimostrare un’attenzione particolare ad esempio si può spiegare brevemente perché si è interessati a quel posto di lavoro.

Annunci di lavoro: come inviare la candidatura

Un’altra mossa tipica di chi invia tanti cv senza soffermarsi a riflettere più di tanto è quello di non prestare attenzione ad eventuali indicazioni date nell’annuncio di lavoro per la candidatura. In alcuni casi infatti le aziende accettano solo determinati formati di cv o, per facilitare la prima selezione, richiedono di scrivere un’apposita descrizione nell’oggetto della email. Se non vi adattate alle regole fornite il vostro cv potrebbe andare perso e, anche qualora non accadesse, di certo non vi sarete presentati nel modo giusto.

Annunci di lavoro: candidarsi anche in assenza dei requisiti?

E’ vero che tentar non nuoce ma se in un annuncio di lavoro sono espressamente richiesti requisiti (anagrafici, di residenza, professionali etc) che non possedete, e soprattutto nel caso in cui viene chiaramente specificato che candidati con profili diversi non saranno presi in considerazione, non stupitevi se non venite richiamati.

Lavoro: come creare una rete di contatti

Anche nella ricerca del lavoro il passaparola è importante. Non limitatevi a pochi canali di ricerca fissi, ad esempio un determinato portale di annunci professionali, ma cercate di creare una rete di conoscenze. E’ vero che internet aiuta nella ricerca del lavoro ma non vi fossilizzate solo sui cv via email. Consegnate anche curricula di persona e cercate di conoscere altre persone che cercano lavoro o che potrebbero fornirvi informazioni importanti. Conoscere qualcuno che già lavora nell’azienda che vi interessa ad esempio può esservi di aiuto per scoprire su quali aspetti puntano ai piani alti, in modo da incentrare il cv sulle esperienze che possano facilitarvi e mettervi in buona luce. Non abbiate paura di farvi conoscere dalle aziende, anche da quelle che al momento non prevedono di ampliare il loro organico: l’esigenza di personale potrebbe infatti emergere in un secondo momento. Alcune aziende infatti conservano i cv scartati ma comunque ritenuti idonei e interessanti per futuri altri colloqui. <a href

Condividi su
flipboard icon
Seguici su
flipboard icon
Argomenti: Aziende e Società, Lavoro e Contratti

Leave a Reply

You must be logged in to post a comment.