Anche la carenza vitaminica può dare diritto alle agevolazioni 104

Vediamo perché anche la carenza vitaminica può dare diritto alle agevolazioni 104. Si tratta, nello specifico, della carenza di vitamina D che può portare all'insorgenza dell'osteoporosi. Tutto quello che c'è da sapere.

di , pubblicato il
Permessi 104: differenze tra convivenza civile e coppie di fatto

Vediamo perché anche la carenza vitaminica può dare diritto alle agevolazioni 104. Si tratta, nello specifico, della carenza di vitamina D. Che può portare all’insorgenza dell’osteoporosi. Una patologia che può essere invalidante. Nei casi più gravi. Ed in genere in età avanzata.

Quindi, anche la carenza vitaminica può dare diritto alle agevolazioni 104. Nel caso in cui non solo il soggetto deve far fronte ad una riduzione della capacità lavorativa. Ma anche a difficoltà. Quelle nel poter condurre una vita normale. A livello familiare ed anche sociale.

Anche la carenza vitaminica può dare diritto alle agevolazioni 104

Anche la carenza vitaminica può dare diritto alle agevolazioni. Quelle previste dalla legge 104. Sebbene non sempre, quindi. Ma solo quando su accertamento viene riconosciuto l’handicap grave. Causato dall’osteoporosi. Ma anche da altre patologie collegate. Ed in tal caso il soggetto potrà accedere ad agevolazioni. Ed a benefici fiscali. Come quelli riportato in questo articolo. Proprio ai sensi di legge.

In particolare, per rientrare nella legge 104, in caso di carenza vitaminica che ha portato a dover far fronte a patologie invalidanti, il primo passo da seguire qual è? È quello di acquisire la certificazione medica. Che viene rilasciata nella fattispecie dal medico curante.

Agevolazioni legge 104 con patologie certificate invalidanti. Come presentare la domanda

Dopodiché occorrerà presentare la domanda all’Inps. Entro 90 giorni dal rilascio del certificato medico. E dopo che c’è stato l’insorgere di patologie gravi. Nella fattispecie, a causa della carenza vitaminica. La domanda si può presentare online. Dal sito Internet dell’Istituto Nazionale per la Previdenza Sociale. Accedendo al portale con un’identità digitale. Ovverosia con il Sistema Pubblico di Identità Digitale (SPID).

Oppure con la Carta Nazionale dei Servizi (CNS). Oppure ancora con la Carta di Identità Elettronica (CIE). Ma si può presentare domanda pure avvalendosi sul territorio dell’assistenza dei patronati.

Dopodiché, per l’approvazione della domanda, è prevista la visita della commissione medica INPS. Nel valutare la richiesta per handicap grave causato da carenza vitaminica, la commissione inoltre potrà accedere sia al fascicolo elettronico contenente la domanda. Sia al certificato medico. Che è stato rilasciato dal medico curante.

Argomenti: