Ammortizzatori in deroga 2013, autorizzato il pagamento

Con il messaggio n. 3178, l'Inps comunica l'avvenuta autorizzazione all'erogazione delle prestazioni concernenti gli ammortizzatori in deroga per il 2013

di Redazione InvestireOggi, pubblicato il
morti bianche

Ammortizzatori sociali in deroga 2013. Il Ministero del lavoro autorizza l’Inps ad utilizzare le risorse assegnate alle Regioni per l’erogazione delle prestazioni ai soggetti beneficiari.

 Ammortizzatori sociali in deroga 2013

 Con il messaggio n. 3178 del 1 marzo 2013, l’Inps comunica che il Ministero del lavoro e delle politiche sociali ha autorizzato lo stesso Istituto nazionale di previdenza sociale ad utilizzare le risorse finanziarie assegnate alle Regioni in base ai verbali di accordo sottoscritti dallo stesso Ministero e le singole Regioni o Province autonome.

Gli accordi tra Ministero e regioni/province

Con i predetti accordi sono destinati  520 milioni di euro a valere su fondi nazionali per la concessione o per la proroga dei trattamenti di cassa integrazione guadagni, di mobilità e di disoccupazione speciale, in deroga alla vigente normativa, ai lavoratori subordinati a tempo determinato ed indeterminato, con inclusione degli apprendisti e dei lavoratori somministrati, delle imprese ubicate nella suddette Regioni come di seguito indicato.

 Ammortizzatori in deroga quali sono

Gli ammortizzatori sociali in linea generale sono un insieme di misure previste per sostenere quei lavoratori che in un momento di crisi perdono il lavoro. In linea generale gli ammortizzatori sociali sono cassa integrazione guadagni ordinaria e straordinaria, contratto di solidarietà, mobilità, e lavori socialmenti utili. Per sostenere l’attuale stato di crisi, si sono aggiunti i cosiddetti ammortizzatori  in deroga, ossia si prevede la possibilità di accedere alla cassa integrazione, guadagni e mobilità ai lavoratori dipendenti da imprese escluse dalla normativa generale sugli ammortizzatori sociali. Gli ammortizzatori sociali in deroga  sono concessi sulla base di accordi regionali, successivamente recepiti in sede governativa, tra Regione, organizzazioni datoriali e organizzazioni sindacali dei lavoratori, accordi con cui vengono determinati i beneficiari dei trattamenti e prevedono limiti e vincoli relativi alla concessione dei trattamenti. 

 Ammortizzatori in deroga, messaggio Inps n. 317872013

Per il 2013, l’Inps comunica che il Ministero del lavoro e delle politiche sociali ha così autorizzato l’erogazione di dette prestazioni e detta le istruzioni operative alle proprie Sedi per la corretta trattazione delle domande, fornendo al contempo indicazioni anche per le aziende che intendono accedere ai trattamenti in deroga con il messaggio n. 3178 del 1 marzo scorso.

Nel suddetto messaggio l’Inps inoltre precisa che si procederà all’erogazione degli ammortizzatori in deroga, solo ed esclusivamente dopo aver ricevuto la trasmissione del relativo e specifico provvedimento concessorio di competenza regionale contenente i nomi dei beneficiari ed il periodo di ammortizzatore concesso. Infine l’Inps ricorda che le aziende i cui lavoratori sono destinatari di CIG in deroga e che sono escluse dall’obbligo del versamento del contributo dello 0,90%, devono versare solo il contributo addizionale limitatamente al periodo per il quale usufruiscono del trattamento di integrazione salariale in deroga. 

 

Sullo stesso argomento potrebbe interessarti:

Ammortizzatori sociali in deroga, pagamento anche per il 2013 

Condividi su
flipboard icon
Seguici su
flipboard icon
Argomenti: Lavoro e Contratti