Ammodernamento impianti calcistici: Istituiti i nuovi codici tributo per ottenere il credito d’imposta

Con una recente risoluzione, dell’Agenzia delle Entrate, vengono pubblicati i codici tributo che permetteranno di utilizzare in compensazione il credito d’imposta relativo alla ristrutturazione di impianti calcistici.

di , pubblicato il
Con una recente risoluzione, dell’Agenzia delle Entrate, vengono pubblicati i codici tributo che permetteranno di utilizzare in compensazione il credito d’imposta relativo alla ristrutturazione di impianti calcistici.

Con la risoluzione n.95/E del 20 novembre 2019, avente ad oggetto: «Istituzione del codice tributo per l’utilizzo in compensazione, tramite modello F24, del credito d’imposta per l’ammodernamento degli impianti calcistici – articolo 1, comma 352, lettera a), della legge 27 dicembre 2017, n. 205 e DPCM del 28 marzo 2018», l’Agenzia delle Entrate pubblica un nuovo codice tributo per ottenere il suddetto credito.

Bonus impianti sportivi

Ai sensi dell’articolo 22, comma 3-bis, del decreto legislativo 9 gennaio 2008, n. 9, introdotto dall’articolo 1, comma 352, lettera a), della legge 27 dicembre 2017, n. 205, al fine di incentivare l’ammodernamento degli impianti calcistici, è riconosciuto un contributo, sotto forma di credito d’imposta, nella misura del 12 per cento dell’ammontare degli interventi di ristrutturazione degli impianti medesimi, sino a un massimo di 25.000 euro.

Il codice tributo per da utilizzare per ottenere il credito d’imposta

Per consentire l’utilizzo in compensazione, tramite modello F24, di questo credito d’imposta è stato reso noto, attraverso la risoluzione sopracitata, il seguente codice tributo:

«“6907” denominato “Credito d’imposta per l’ammodernamento degli impianti calcistici – art. 1, comma 352, lettera a), della legge 27 dicembre 2017, n. 205”».

si ricorda che:

  • Il credito d’imposta è utilizzabile esclusivamente in compensazione con modello F24;
  • L’ammontare del credito d’imposta utilizzato in compensazione non deve eccedere l’importo concesso dall’Ufficio per lo Sport presso la Presidenza del Consiglio dei Ministri, pena lo scarto del modello F24.

In sede di compilazione del modello di pagamento F24, il suddetto codice tributo è esposto nella sezione “Erario”, in corrispondenza delle somme indicate nella colonna “importi a credito compensati”, ovvero nella colonna “importi a debito versati”, nei casi in cui il contribuente debba procedere al riversamento del credito fruito.

 

Potrebbe anche interessarti: “Bonus sport 2019: è possibile farne richiesta dal 15 ottobre 2019”.

Argomenti: , , ,