Ambiente, la riforma che contrasta l’inquinamento ora è legge

Approvata dalla Camera la Riforma che contrasta l'inquinamento con le agenzie ambientali regionali (le Arpa), finalmente l’Italia avrà una legge per i guardiani dell’ ambiente.

di , pubblicato il
Approvata dalla Camera la Riforma che contrasta l'inquinamento con le agenzie ambientali regionali (le Arpa), finalmente l’Italia avrà una legge per i guardiani dell’ ambiente.

La riforma che contrasta l’inquinamento mediante le agenzie ambientali regionali (le Arpa) viene approvata in via definitiva dalla Camera.
Finalmente, commenta Stefano Ciafani, direttore generale di Legambiente: “Dopo due legislature, il ddl sulle agenzie ambientali è diventato finalmente, dopo il ddl ecoreati e il collegato ambientale, ora può contare finalmente sulla terza importante norma di iniziativa parlamentare a favore dell’ambiente. Il terzo anello di una serie di riforme ambientali indispensabili per avviare una riconversione ecologica della Penisola”.

Ambiente: i punti salienti della riforma che contrasta l’inquinamento

Questa riforma è nata grazie ai disegni di legge presentati dai parlamentari Pd Ermete Realacci e Alessandro Bratti e del M5S Massimo De Rosa. Con questa riforma, si potranno effettuare controlli ambientali più omogenei, trasparenti ed efficaci su tutto il territorio nazionale e si potrà contrastare con efficienza l’inquinamento applicando e rafforzando il ddl sugli ecoreati che, come evidenzia Realacci: “si è già rivelato molto utile: secondo i dati di Legambiente sono oltre mille i procedimenti avviati grazie alle nuove figure di reato. Con la riforma approvata si potenziano le strutture, si adottano i livelli essenziali di prestazioni tecniche ambientali (Lepta) omogenei in tutto il territorio“.

Con questa legge, si rafforzano le attività di protezione ambientale, si utilizzo in modo efficace le risorse finanziare e le professionalità umane disponibili, è quanto sottolinea la sottosegretaria all’Ambiente Silvia Velo.

Argomenti: , , ,